Federico Pieragnoli sulla maxi operazione anti-Camorra: “Chi gioca sporco non teme la crisi”

PISA – “Chi gioca sporco non teme la crisi, nè ha paura di tasse e di controlli. Chi gioca sporco rischia di prevalere sempre, proprio a danno dei tantissimi imprenditori onesti che ancora, nonostante tutto, resistono.

Per questo, plaudiamo all’operazione anti-camorra promossa dalle Forze dell’Ordine anche a Pisa, che ha permesso il sequestro di alcuni pubblici esercizi di proprietà malavitosa, utilizzati per il riciclaggio di denaro sporco. L’operazione porta alla luce dei riflettori la debolezza e l’incongruenza del nostro sistema economico, dove la normale logica concorrenziale viene troppo spesso accantonata, a favore di soggetti che possono contare su aderenze tutt’altro che trasparenti, attingendo a somme di denaro di provenienza illecita.. Imprenditori onesti, regolari e scrupolosi, vessati da una tassazione insostenibile, da una burocrazia costosa, miope e pervasiva, che ne indebolisce prospettive di crescita e di sviluppo. Sono proprio questi imprenditori, loro per primi, a chiedere con forza il rispetto della legalità e delle regole. Sono loro, con la loro semplice esistenza, gli anti-corpi naturali alle economie criminali di ogni tipo, che si parli di infiltrazioni mafiose piuttosto che di contraffazione e abusivismo commerciale. Senza gettare il discredito su di una intera categoria, auspichiamo il pugno di ferro verso tutti coloro, una minoranza, che operano fuori dalle regole, nel mondo sommerso e criminale dell’illegalità. Al contrario, riconosciamone il valore e garantiamo tutti maggior sostegno, tutela e protezione, al resto delle imprese regolari”.

20140123-164554.jpg

By