Festa del 1° Maggio, il Circolo ARCI l’Ortaccio presenta il “Pranzo dei Lavoratori da Asporto” per le persone in difficoltà

VICOPISANO – Festa del 1° Maggio, il Circolo ARCI L’Ortaccio di Vicopisano presenta: “Pranzo dei Lavoratori da asporto“, per solidarietà, prenotazione obbligatoria entro il 29 aprile, il ricavato all’Amministrazione Comunale da destinare alle persone in difficoltà del territorio a causa dell’emergenza Coronavirus.



I lavoratori di tanti settori tanto hanno dato e stanno dando alla nostra società, sia lavorando di più, sia sopportando il fermo delle attività per tempi che per alcuni potrebbero diventare davvero lunghi _ scrive il Circolo ARCi L’Ortaccio in una nota _ a tutti i lavoratori va la solidarietà di cui siamo ora capaci. Con questo pranzo il Circolo intende raccogliere fondi da consegnare all’Amministrazione Comunale che a sua volta li destini alle famiglie del territorio in disagio socio-economico a causa dell’emergenza sanitaria“.

Per questo e per far sentire tutti e tutte uniti, garantendo il rispetto delle norme, l’Ortaccio ha organizzato questo primo “Pranzo dei Lavoratori da Asporto”, nato dalla creatività del Circolo Arci L’Ortaccio e frutto della forza che dà l’unione di realtà vicine, è possibile prenotare la “zuppa alla vicarese” per essere accanto e solidali anche se ciascuno a casa propria.

Sarà la Pizzeria Le belle torri di Vicopisano a realizzare la zuppa. Il costo del pranzo da asporto sarà di 10 euro e comprenderà: zuppa, baccelli e pecorino, come da tradizione.

Informazioni e prenotazioni, nel rispetto delle indicazioni normative, il pranzo sarà esclusivamente da asporto e su prenotazione obbligatoria entro mercoledì 29 aprile al numero 349/7741872 (Monica).

Per evitare assembramenti sarà indicato un orario per il ritiro, tra le 10.00 e le 13.00 di venerdì 1° maggio, all’ingresso del Circolo L’Ortaccio.

By