“Festa di San Luca degli Alabastrai”. Dal 20 al 22 Ottobre Volterra in festa

Volterra – Dal venerdì 20 a domenica 22 Ottobre si terranno 3 giornate di festa per celebrare l’antica arte degli alabastri. E’ la festa di San Luca degli Alabastri che vedrà una serie di eventi colorare le giornate volterrane.

Si tratta della settima edizione della  “Festa di San Luca degli Alabastrai”, kermesse di arte, musica, incontri, video, mostre, cibo, fotografia e teatro promossa dal Comitato San Luca degli Alabastrai e dal Comune di Volterra, con la direzione artistica del Collettivo Distillerie.

Una prima parte della festa sarà celebrata domenica 15 ottobre con un workshop con “Il Pupo” maestro dell’alabastro, nella sua casa bottega, con interventi a sorpresa del Collettivo Distillerie. Durante l’evento a cura di Eleonora Lopiano si potrà provare la lavorazione della pietra e ascoltare le esperienze del Maestro, già protagonista in libreria e a teatro. La grande opera murale nel Borgo S. Giusto di Nico “Lopez” Bruchi, non casualmente intitolata “La Pietra degli Dei” sarà presentata venerdì 20 ottobre, nel giorno del pranzo che a tutti gli artigiani viene offerto dalla città di Volterra. Una giornata particolare accompagnata dalla musica della Tazza di Arianna e dall’omaggio agli antifascisti del Borgo promossa dall’Anpi.

Le radici medievali della festa di San Luca sono al centro della presentazione a cura di Luca Pini degli originali manoscritti del Trecento dedicati al protettore delle arti, testimonianze uniche della specificità della tradizione. Sarà visibile la mattina del 21 ottobre alla Biblioteca Comunale Guarnacci.

Lo stesso giorno inizierà il Simposio di Scultura promosso dal Comune di Volterra per impreziosire l’area di nuova riorganizzazione dei Pratini di Porta all’Arco e vedrà la partecipazione degli scultori: Alessandro Trafeli, Federico Pruneti, Daniele Laorenza, Niccolò Nencioni e Lorenzo Millo.

Domenica 22 ottobre sarà, invece, dedicata all’omaggio esclusivo a Carlo Cassola nel centenario della nascita. Lo scrittore romano più di tutti ha raccontato il mondo degli alabastrai di Volterra. Ne discutono alla Trattoria Lo Sgherro e alla adiacente Bottega di “Bomboniera” luoghi dei romanzi di Cassola, Angelo Gaccione e Daniele Luti con le letture di Gianni Calastri e gli interventi musicali dei Disertori.

La presentazione del nuovo libro di Luca Caioli sulla cucina popolare chiuderà il 2 dicembre il cerchio intorno al mondo degli alabastrai e della cultura popolare. Una serata che accenderà il Palazzo dei Priori con uno show cooking dei protagonisti del libro, una video proiezione di Andrea Borghini, e il dj set del Collettivo Distillerie.

 

By