Festeggiati i 70 anni di attività di Vincenzo Poli. Le foto

PISA – Festeggiati nel pomeriggio di mercoledì 24 ottobre con la consegna di una targa ricordo su iniziativa della Confesercenti Pisa, i 70 anni di attività di Vincenzo Poli, titolare della “Tabaccheria Polishop” posta in via Fiorentina, 125 a Pisa.

di Giovanni Manenti
E’ con enorme soddisfazione“, commenta Simone Romoli, Responsabile Area Pisana di Confesercenti, “che consegniamo questo riconoscimento ad un commerciante come Poli che ha iniziato la propria attività lavorativa nel 1948, simbolo di alacrità ed attaccamento al lavoro, ancora in grado di gestire il proprio negozio a dispetto degli 87 anni di età, uno dei primi iscritti alla nostra Associazione, che ricordo si è costituita nel 1974, nonché persona più anziana che ancora ne fa parte“.
Visibilmente commosso, nonché imbarazzato per tanta pubblicità, vista la presenza di giornalisti, fotografi e telecamere, nonché dell’Assessore al Commercio e Turismo del Comune di Pisa Paolo Pesciatini e della Presidentessa della 3.a Commissione Consiliare Permanente Maria Punzo, il buon Vincenzo, classe 1931, attorniato dalla sua splendida famiglia, moglie Lorisa e le due figlie Giovanna ed Annamaria con discendenze annesse, è poi divenuto un fiume in piena allorché ha dato la stura ai ricordi.
Ho iniziato a lavorare che avevo da poco compiuto 17 anni“, esordisce Poli, “con mio zio che aveva acquistato questo negozio alla moglie ed aveva bisogno di un aiutante, poi con il tempo, non avendo loro figli, me lo hanno ceduto“. “All’epoca, nell’immediato dopoguerra“, prosegue il festeggiato, “via Fiorentina era una zona commerciale attiva per la città, vi erano commercianti di prestigio, anche se il ricordo più nitido di quei tempi è legato alle sirene della Fabbrica Antonini che alle 5 di mattina chiamavano gli operai al lavoro“. “Io e mia moglie abbiamo passato momenti belli ed altri meno, come in tutte le attività commerciali“, chiosa il buon Vincenzo, “ma non ci siamo mai tirati indietro, pur se ho nostalgia di quegli anni ’50 e ’60, quando il commercio era fiorente e non come adesso dove oltretutto dobbiamo avere paura a stare aperti“, ed il riferimento è chiaramente alle recenti rapine che poco meno di due anni fa il commerciante ha dovuto subire, con in più la beffa di vedere i malviventi patteggiare la pena davanti al Giudice.
Non avrebbe finito mai di raccontare e raccontarsi, il titolare di un’esercizio che da 70 anni fa bella mostra di sé in via Fiorentina, se le figlie non lo avessero strappato a taccuini e telecamere per invitarlo a partecipare al rinfresco organizzato in suo onore, attorniato oltre che dai parenti, anche da amici e conoscenti della zona che non sono voluti mancare a dimostragli tutto il loro affetto e la riconoscenza per un’attività che è stata negli anni un indiscutibile punto di riferimento.
Ed anche noi di Pisanews ci accomuniamo nel formulare il nostro sentito ringraziamento ad una persona che ha dimostrato, coi fatti e non a parole, come l’amore per il proprio lavori faccia miracoli, in questo caso di longevità.
By