Filippeschi difende la città di Pisa alla plenaria dell’Assemblea dell’Anci a Vicenze

Pisa – Durante la plenaria dell’Assemblea nazionale dell’Anci in corso a Vicenza, è intervenuto il Sindaco di Pisa Marco Filippeschi, rispondendo alle domande di Gianni Trovati de “Il Sole 24 Ore”prima dell’intervento del presidente del consiglio Paolo Gentiloni, su città e sviluppo economico. 

«Porto due esempi virtuosi – ha risposto Filippeschi – uno riguarda i conti del comune e uno la promozione di investimenti dei privati». «A Pisa le imprese che lavorano per il Comune vengono pagate entro il termine di venti giorni. E’ un record al quale teniamo molto, significa aiutare le imprese che lavorano per noi, per quasi 50 milioni di euro di forniture e servizi. Ciò perché abbiamo un bilancio sano, che ci dà buona cassa, dopo dieci anni di riduzione del debito, di recupero dell’evasione delle tasse e di risparmi strutturali. Ha valso anche l’innovazione digitale, con la fatturazione elettronica. Siamo molto orgogliosi di questo primato. Siamo dieci giorni sotto all’indicazione dell’Unione Europea, già molto impegnativa. Un altro esempio è quello di un’area industriale e di servizi, d’iniziativa privata, quella di Ospedaletto-Montacchiello – ha aggiunto il Sindaco di Pisa – cresciuta molto oltre la media. Con l’insediamento d’imprese dell’innovazione digitale. Con esperienze di coworking e di Smart working. Con una bella mensa e una nuova palestra. Con un asilo zero-sei donato al Comune. Tutto utile a lavoratori giovani, che si fanno la loro famiglia. Si dimostra che i modi e i tempi di un’iniziativa privata, fatta in collaborazione con il Comune, sono d’esempio anche per il sistema pubblico e per promuovere l’innovazione e insediare nuove imprese».

 

By