Filippeschi sulla riforma del Senato: “Si può migliorare ma non toccare nei punti essenziali”

PISA – Il progetto di riforma del Senato “può essere migliorato ma non va toccato negli elementi essenziali”. Lo ha detto Marco Filippeschi, sindaco di Pisa e presidente di Legautonomie, a margine dello Smart City tour di Firenze.

Marco Filippeschi

Una presenza paritaria fra Regioni e Comuni – ha affermato – l’elezione di secondo grado come punto fondamentale, e la capacità poi di avere competenze che aiutino l’attuazione della riforma del Titolo V, che è importante e dà certezze, e il rilancio di un’impostazione federalistica”.

Secondo Filippeschi “su questo dovremmo fare una battaglia anche dal basso, perché ci sono tanti conservatori che si stanno mobilitando per intralciare questo disegno, per depotenziarlo. Credo che Rodotà sia uno dei capi del partito conservatore: mi dispiace dirlo perché è una grande personalità, e per altri versi lo stimo, ma sbaglia profondamente a difendere una seconda parte dell’ordinamento costituzionale che è assolutamente inadeguata a rispondere alle esigenze di oggi. La Costituzione ha i suoi principi, e i suoi valori si difendono rinnovandola”.

Per il presidente di Legautonomie “è del tutto evidente per chi ha fatto un’esperienza parlamentare come me e anche Rodotà, che il bicameralismo paritario è assolutamente una palla al piede del sistema: difenderlo vuol dire difendere un sistema che non funziona”.

Fonte: ANSA

You may also like

By