Finanziata la rete Bibliolandia con 55.000 euro. Incremento di libri per l’Unione Valdera

Unione Valdera – Bibliolandia è una rete bibliotecaria che permette al territorio della provincia di Pisa scambi bibliotecari a favore di utenti, residenti e pendolari. Finanziamenti al fine di incrementare la mole di libri per tutto il territorio.

Sono 12 le Reti Bibliotecarie della Toscana, Bibliolandia riceverà un finanziamento di 55.000 €, il secondo per importanza della nostra Regione: le risorse saranno impiegate per l’acquisto di nuovi libri distribuiti sulle 26 biblioteche comunali e su una quindicina di biblioteche scolastiche della Provincia di Pisa che costituiscono la rete di Bibliolandia.

Notevole il patrimonio librario di Bibliolandia tanto che il progetto “Navigando verso i 500.000 documenti” formulato dall’Unione Valdera per la Rete bibliotecaria Bibliolandia ha ottenuto un ottimo punteggio e di conseguenza un cospicuo finanziamento da parte della Regione.

Risorse che consentiranno di superare entro la fine dell’anno i 500.000 volumi tutti catalogati e disponibili nell’OPAC consultabile in Internet e quindi di ammodernare i fondi librari di Bibliolandia.

Un particolare investimento sarà fatto sui libri per ragazzi e per bambini, nonché sulle biblioteche civiche e scolastiche delle aree periferiche e più svantaggiate per la lettura (alta val di cecina e colline metallifere).

Proprio l’idea di potenziare il patrimonio di libri per ragazzi e quello delle aree periferiche (dove ci sono poche biblioteche e poche librerie), è stata uno dei punti di forza del progetto premiato dalla Regione Toscana.

Grande soddisfazione nelle parole della Presidente dell’Unione Valdera con delega alla rete bibliotecaria, Lucia Ciampi: “Siamo davvero orgogliosi che la Regione Toscana abbia riconosciuto la bontà del nostro progetto, destinando a tal proposito la cospicua somma di 55.000 €. Bibliolandia è una rete che copre gran parte del territorio provinciale, che lavora moltissimo e lo fa in maniera ottimale. A riprova di questo basta citare alcune cifre, come gli oltre 40.000 volumi che annualmente vengono spostati tra le 57 biblioteche (di vario genere) della rete e i circa 20.000 utenti/lettori che solo quest’anno arriveranno a leggere qualcosa come 230.000 libri. Si tratta del modo migliore per diffondere cultura e amore per la letteratura. Perciò siamo veramente soddisfatti del contributo regionale ottenuto dal nostro progetto e delle numerose iniziative che Bibliolandia attua per promuovere la passione per la lettura e per lo studio dei documenti storici. A questo proposito vorrei ricordare l’evento che si svolgerà Giovedì 30 Novembre a Volterra in cui sarà presentata, tra l’altro, la digitalizzazione e l’edizione dell’inventario dell’archivio storico della città dell’alabastro”.

By