Flash Mob “Mi riconosci?”. #RilanciamoilPaese è la proposta

Pisa – Flash Mob per il settore dei beni culturali si mobiliterà per chiedere riconoscimento, dignità e risorse per la cultura. Si svolgerà oggi 24 Maggio davanti alla Domus Mazziniana.

L’hashtag #RilanciamoilPaese è la proposta della campagna “Mi Riconosci? Sono un professionista dei Beni Culturali: ha lo scopo di chiedere finanziamenti adeguati e un’adeguata retribuzione del lavoro professionale si vada a tutelare gli interessi della collettività, non solo degli addetti ai lavori.

Il volontariato sostitutivo del lavoro professionale, seguito dal dibattito al Polo Guidotti con Fulvio Cervini (Università di Firenze), Andrea Camilli (presidente Assotecnici), Lorenzo Carletti (Associazione culturale Artiglio): saranno questi le tematiche e modalità dell’evento.

“Anche a Pisa ci siamo fatti sentire e continueremo a farlo in futuro: la nostra città ha conosciuto negli anni politiche inadeguate e atteggiamenti ambigui da parte delle principali istituzioni presenti sul territorio” – dichiara Andrea Incorvaia, attivista di Mi Riconosci sono un professionista dei Beni Culturali – “In particolare, in troppi casi abbiamo assistito alla sostituzione del lavoro retribuito con il volontariato, prospettiva sulla quale hanno puntato, per cattiva fede o sottovalutazione del problema, le istituzioni cittadine: il caso della Domus Mazziniana è emblematico, anche oggi abbiamo appurato lo stato di abbandono in cui versano gli accessi alla struttura e di come il risultato di un’apertura del sito scaricata sul solo lavoro non pagato dei volontari si traduca in una minore possibilità di fruizione a danno di tutta la cittadinanza”

“Vogliamo che il lavoro culturale sia adeguatamente pagato e affidato ai professionisti, mentre volontariato e strumenti come il servizio civile nazionale devono rimanere nei confini definiti dalle legge e non diventare espedienti utilizzati come “tappabuchi” a basso costo per coprire le carenze di organico”.

 

By