Flora dona 60.000 confezioni di gel e spray ad ospedali, case riposo, forze dell’ordine e Croce Rossa

LORENZANA (PISA) – Oltre 60.000 confezioni di gel e spray lavamani insieme a flaconi di spray appositamente realizzato per igienizzare le mascherine, offerte a ospedali, case famiglia, case di riposo, Croce rossa, Protezione civile, Ong e forze dell’ordine su tutto il territorio nazionale. Le ha donate, in queste settimane, l’azienda Toscana ‘Flora’, specializzata in oli essenziali e prodotti naturali nel Comune di Lorenzana in provincia di Pisa.

L’azienda, guidata da Sonia De Angelis, ha continuato a produrre in questo periodo di emergenza, “di comune accordo con i suoi dipendenti, decidendo di continuare a lavorare a servizio della comunità e di quegli eroi che sono rimasti in prima linea a combattere la guerra contro il Covid 19”, spiega la Ceo di ‘Flora’ all’Adnkronos Salute.
Una scelta “etica – precisa – attuata anche per continuare a garantire gli stipendi ai dipendenti, senza dover e voler chiedere aiuti di Stato, ma confermando che una corretta organizzazione e una adeguata strategia, che sono state accompagnate da un forte senso del dovere dei dipendenti e dei collaboratori, possono guidare una economia forte e in salute”.

Tutto questo – continua De Angelis – ha comportato “una riorganizzazione aziendale in termini di gestione degli spazi, degli orari e delle modalità lavorative, nonché dei ritmi di produzione. Tra le misure adottate anche la distribuzione “per i dipendenti e i componenti della loro famiglia di kit personali di gel igienizzanti e spray ma anche di integratori e vitamine per rafforzare il sistema immunitario“.

Le misure di sicurezza adottate “prevedono l’igienizzazione di tutta la merce in entrata e in uscita”, conclude De Angelis, convinta che “nonostante tutte le difficoltà e i momenti difficili che stiamo vivendo, tutto tornerà come, se non meglio, di prima, con la consapevolezza che viviamo in un contesto socio-economico nonché ambientale retto da equilibri estremamente fragili e sottili, che dobbiamo tutelare con il rispetto per la natura, il rispetto del prossimo, la coesione sociale“.

By