Focus in Prefettura sul fenomeno delle minacce ai giornalisti con il Presidente regionale dell’Ordine

PISA – Il Prefetto di Pisa Giuseppe Castaldo, ha presieduto nella mattinata di mercoledì 22 aprile una riunione tecnica di coordinamento delle Forze di Polizia, in modalità videoconferenza, sul tema delle minacce e intimidazioni ai giornalisti. Presenti il Presidente dell’Ordine dei giornalisti della Toscana, Carlo Bartoli, il Questore di Pisa Paolo Rossi, il Comandante Provinciale dei Carabinieri Col. Giulio Duranti, i Comandante Provinciale della Guardia di Finanza Col.t.ST Giancarlo Franzese.

Nella riunione sono stati esaminati i più recenti casi registrati, nell’ambito
della complessiva analisi del quadro provinciale e delle misure apprestate.


Esprimo vicinanza e solidarietà in relazione ai recenti episodi di minaccia
e intimidazione nei confronti dei giornalisti – ha affermato il Prefetto
Castaldo – Ho già dato disposizioni ai vertici provinciali delle Forze di
Polizia per accertare ogni responsabilità. È necessaria la massima
attenzione, non solo in chiave repressiva ma anche preventiva, per
garantire la libertà di stampa e il diritto dei cittadini di essere informati. È
importante da parte dei giornalisti segnalare con tempestività ogni episodio
senza alcuna sottovalutazione. Sul fenomeno degli atti intimidatori sono
fondamentali le attività di monitoraggio, analisi e scambio permanente di
informazioni, anche attraverso ulteriori momenti di confronto
”.

Il Presidente dell’Ordine dei giornalisti della Toscana ha ringraziato il
Prefetto e i responsabili delle Forze dell’ordine per il rapido e concreto
intervento ed ha illustrato le modalità con cui si stanno manifestando
questi inquietanti fenomeni, inediti per la Toscana. “La vicinanza delle
istituzioni rappresenta un elemento di grande conforto per la nostra
categoria e esprimo gratitudine per l’azione di prevenzione che è stata
messa in atto anche nella provincia di Pisa
”. Il Prefetto Castaldo e il
Presidente Bartoli hanno concordato sulla necessità che i giornalisti
oggetto di intimidazioni, minacce e violenze denuncino immediatamente tali fatti; in questo modo sarà possibile identificare tempestivamente gli
autori di tali atti.

By