Fondazione Pisa, a metà 2016 la fine dei lavori per un nuovo centro che ospiterà cento disabili

PISA – Il Centro è destinato a dare risposta in modo significativo al bisogno di aiuto espresso da soggetti adulti portatori di particolari disabilità (sindrome di down, autismo, sindrome spastica, ecc) non in situazione di gravità. Il Centro, a regime, potrà ospitare complessivamente 100 disabili, di cui 40 in regime residenziale e 60 in regime diurno, garantendo altresì opportunità di lavoro ad altrettanti addetti tra personale diretto e indiretto.

20141216-123219.jpg

A distanza di circa 6 mesi il cronoprogramma dei lavori risulta ampiamente rispettato. Ad oggi sono ultimati i lavori di posa dei circa 270 pali interrati che costituiscono le fondazioni del Centro. Lo scavo di fondazione, compiuto nei mesi scorsi, sta infatti per essere riempito con le opere di realizzazione dell’edificio e già in questi giorni gli operai stanno lavorando simultaneamente su più fronti dell’area di scavo assicurando così il rispetto dei tempi all’interno di un cantiere ordinato e costantemente presidiato. Secondo le intese raggiunte con l’amministrazione comunale di San Giuliano Terme, la Fondazione Dopo di Noi a Pisa si farà carico anche della realizzazione dell’illuminazione pubblica e delle altre opere di urbanizzazione necessarie.

L’Avv.to Claudio Pugelli, Presidente della Fondazione Pisa, finanziatrice dell’opera per un importo pari ad oltre 16 milioni di euro, ha dichiarato: «Ogni qual volta si pone mano ad un grande intervento con obiettivi ambiziosi c’è sempre apprensione affinché tutto proceda nei modi e nei tempi programmati. L’entità cospicua delle risorse messe a disposizione, la pluralità degli attori presenti sulla scena, la complessità tecnica dell’intervento, l’eventualità di fattori esogeni non previsti, sono tutti elementi che concorrono a definire un quadro che richiede profonda attenzione ed estrema professionalità. In questi casi risulta decisiva l’accuratezza e l’analiticità con cui è stata eseguita la programmazione iniziale dell’intera iniziativa e la tenacia dei nostri fiduciari nel presidiare quotidianamente l’intrapresa. Particolare apprezzamento per la partecipazione collaborativa ed assidua allo sviluppo del nostro progetto che ci viene garantita dalla Società della Salute e dal Comune di San Giuliano Terme».

Prosegue il Notaio Gambini, Presidente della Fondazione Dopo di Noi a Pisa ONLUS: «C’è piena soddisfazione circa l’andamento dei lavori che si stanno svolgendo addirittura con un lieve anticipo (circa un mese) rispetto al cronoprogramma iniziale. Se non si verificheranno eventi oggi imprevedibili, confidiamo di rispettare senz’altro la scadenza di metà anno 2016 per l’ultimazione dell’opera. Nel frattempo abbiamo già cominciato ad approfondire i vari profili rilevanti del modello di gestione operativa della struttura in sede di avvio dell’esercizio e quindi a regime».

L’attività che intendiamo sviluppare nella struttura sarà svolta in corretta integrazione con le specifiche funzioni pubbliche competenti per materia e per territorio, confidando che da tali enti venga riconosciuto, ed adeguatamente supportato in via continuativa nel tempo, l’impegno ideativo e di risorse materiali che abbiamo voluto mettere in campo con questa iniziativa.

Fonte: Fondazione Pisa

You may also like

By