Formaggi Busti partner del Pisa Sc per la stagione 2019-20. Le foto

ACCIAIOLO DI FAUGLIA – Presentato mercoledì 17 luglio presso la sede del Caseificio “Formaggi Busti Srl” di Acciaiolo di Fauglia il primo accordo di sponsor sui calzettoni da gioco del Pisa Calcio per la stagione 2019.20.

 

di Giovanni Manenti

L’accordo, reso possibile grazie alla novità per il prossimo torneo cadetto introdotta dalla Lega di Serie B che consente l’utilizzo a fine pubblicitari anche dei calzettoni per quanto attiene alla divisa da gioco, fa sì che il logo della nota Azienda casearia della nostra Provincia appaia su entrambe le versioni (casa e trasferta) della squadra nerazzurra, circostanza che soprattutto consente un ritorno della Famiglia Busti, da sempre tifosa del Pisa, quale partner e collaboratore della Società, essendo altresì sua cura gestire l’hospitality con i suoi prodotti durante l’intervallo delle gare casalinghe del prossimo Campionato.

“Da sempre – dice Stefano Busti – la nostra passione per i colori nerazzurri e sono pertanto particolarmente orgoglioso di questo accordo che ci vede partner in un Torneo Cadetto che spero possa essere di grande augurio sia per la Società che per la nostra Azienda che già opera su tutto il territorio nazionale”.

“Sono molto felice di questo accordo perché credo che Busti rappresenti una eccellenza nel settore gastronomico italiano – afferma il presidente nerazzurro Giuseppe Corrado – mentre noi ancora non lo siamo a livello sportivo e sono altresì particolarmente orgoglioso di aver concluso questo accordo di sponsorizzazione nell’arco di sole 24 ore, da quando la Lega ha introdotto la possibilità di utilizzare anche i calzettoni per pubblicità commerciali ed in questa ottica il nostro obiettivo è quello di avviare un percorso importante avendoci già reso conto dopo pochi giorni quanto sia appetibile il campionato di Serie B in termini di visibilità, ricevendo offerte di sponsorizzazione da parte di aziende da tutta Italia, cosa che però non ci ha impedito di privilegiare la Famiglia Busti in quanto azienda del nostro territorio.

CORRADO SULLA CAPIENZA . “Quello che più mi rammarica – Prosegue Corrado – è il fatto di non poter ancora avere a disposizione uno stadio capace di accogliere la nostra meravigliosa tifoseria, per la quale confermo che subito dopo la finale di Trieste ci siamo confrontati con le autorità competenti per cercare quantomeno di avere, per la prossima stagione, l’abilitazione pari a quella concessa per i playoff, anche se purtroppo le prime risposte non sono positive, perché i vincoli di sicurezza non consentirebbero questo ampliamento, salvo avere autorizzazioni per singole partite, il che vuol dire che per quanto riguarda gli abbonamenti non ci saranno novità, mentre biglietti in più potranno essere disponibili solo settimana per settimana”.

CORRADO SULLO STADIO. “Per quello che, viceversa, concerne la questione stadio in divenire, stiamo aspettando che si venga chiamati per la sottoscrizione della convenzione, mentre per i previsti lavori di ristrutturazione dell’impianto stiamo seguendo il cronoprogramma con l’amministrazione comunale nell’ambito di un progetto che tengo a sottolineare come lo stesso abbia anche l’obiettivo di una riqualificazione del quartiere di Porta a Lucca, non potendo però nascondere una certa delusione per alcune promesse non rispettate dalla precedente amministrazione comunale, allorché ci aveva pregato di concludere l’acquisto del Pisa a dicembre 2016 pur in una situazione pre-fallimentare, con grande impegno economico da parte nostra, in relazione al quale ci saremmo attesi una maggiore disponibilità, ma va bene così”.

“Per noi mercoledì 17 luglio è una giornata importante – afferma Marco Busti – perché ci tenevamo moltissimo a rientrare nel Pisa come sponsor ed altresì devo sottolineare che da quando è arrivato il Presidente Corrado a Pisa si è tornati a respirare un’aria positiva che da tempo non avveniva, con.l’augurio che anche il nostro piccolo aiuto possa contribuire a far sì che quanto prima il Pisa possa riuscire a tornare in quella Serie A che io purtroppo, per la mia giovane età non ho potuto vivere ai tempi di Anconetani”.

“Sono particolarmente soddisfatto della conclusione di questo accordo, per il quale la trattativa è andata in porto in un attimo – afferma Marco Aceto direttore del marketing nerazzurro – con Stefano Busti ad aver sentito il figlio Marco per telefono e dare immediatamente il suo benestare, così che una azienda importante del nostro territorio e da sempre tifosa del Pisa sia potuta rientrare nella famiglia nerazzurra”.

 

By