Forza l’alt, arrestato con 700 grammi di cocaina

PISA – Aveva forzato l’alt, imposto dalla pattuglia della Polizia Stradale sulla Tosco-Romagnola, impegnata in località Fornace di Pontedera nel dispositivo di controllo a reticolo, ed era scappata via a gran velocità l’auto che nel primo pomeriggio di domenica, è stata poi raggiunta, dai carabinieri del Nucleo Operativo e Radiomobile della Compagnia Carabinieri del posto, e perquisita a carico del suo conducente, un marocchino di 25 anni, irregolare e senza fissa dimora.

La perquisizione, condotta dai carabinieri della Compagnia di Pontedera, ha permesso il rinvenimento di un involucro, nascosto nella consolle alzacristalli – lato conducente, che conteneva circa 60 grammi di cocaina in pietra, insieme a un imballo di banconote per un ammontare complessivo di 1640 euro.

Sulla strada poco più avanti rispetto al posto di controllo forzato dall’auto, dove dal lato passeggero era saltato fuori e poi fuggito a piedi un altro soggetto non ancora identificato, i carabinieri cinofili di San Rossore, affluiti su chiamata dei commilitoni della locale Stazione, hanno rinvenuto un ulteriore involucro, lanciato fuori dall’auto in corsa, con altri 1700 euro in banconote di diverso taglio. Le informazioni, in possesso dei carabinieri della Stazione di Pontedera, hanno poi permesso di condurre un’ulteriore attività di ricerca, a cura dei militari della Compagnia e della Polizia Stradale, proprio nella casa risultata nella disponibilità del marocchino: qui, sono stati rinvenuti e sequestrati altri 2360 euro in banconote di diverso taglio, ritenute provento di spaccio.

Ma le attività di ricerca si sono ulteriormente protratte, verso un’altra automobile, sempre nella disponibilità del marocchino e parcheggiata poco lontano dalla casa. Il cane Lion, opportunamente indirizzato dal suo carabiniere conduttore, ha infatti segnalato, in modo inequivocabile, la presenza di droga nella macchina, proprio nei pressi della consolle alzacristalli, in corrispondenza del medesimo nascondiglio utilizzato sull’altra auto. Difatti, carabinieri e agenti della Stradale hanno rinvenuto, suddivisa in involucri da 60 grammi circa ciascuno, altri 600 grammi di cocaina in pietra. Dopo le formalità di rito, lo straniero è stato pertanto arrestato in flagranza del reato di detenzione di droga ai fini di spaccio e tradotto in carcere, a Pisa, in attesa della convalida delle attività da parte del giudice.

Fonte: Arma dei Carabinieri

By