Francesco Cozza: “Tra un mese e mezzo saremo la squadra da battere”

PISA – Mister Francesco Cozza ha incontrato i giornalisti nella sala stampa dell’Arena Romeo Anconetani. Il tecnico calabrese ha parlato della gara contro gli abruzzesi

“Le prime della classe faranno un campionato a parte perché si sono rinforzate bene, noi assieme ad altre cinque squadre dobbiamo lottare per i play off e chi sarà più bravo si porterà a casa l’altro posto per andare in B”

Adesso dovremo fare sul serio, le abbiamo provate tutte, vittoria, sconfitta e pareggio. Domenica ci siamo portati via un punticino che pero’ non ha fatto piacere ai nostri tifosi che avevano assaporato la vittoria, pero’ chi non vive la settimana con la squadra non può capire le difficoltà senza un campo a disposizione”.

“Sono soddisfatto perché la squadra ha fatto bene facendo un gol su calcio d’angolo e un gol da azione chiamando in causa gli esterni. Il rammarico e’ aver preso un gol su una ripartenza dopo un minuto, da li abbiamo dato coraggio a loro e noi abbiamo avuto calo fisico anche dovuto da elementi che hanno avuto l’influenza. Domenica il campo pesante non permetteva l’utilizzo del tre quartista quindi ho schierato un 3-5-2 anche per il modo di giocare de L’Aquila”

Cozza parla anche del mercato: “Sugli esterni se la società riesce a portare due elementi, la squadra può lottare per andare in B. Tra un mese e mezzo saremo la squadra da battere. Alle spalle mi fanno paura anche Grosseto e Salernitana che si sono rinforzate e questo mi preoccupa. Ho già in mente per Nocera la squadra, purtroppo, ci sono alcuni elementi influenzati, Favasuli ha la febbre, Arma, Napoli e Cia sono rientrati ma non sono al top. Se avessero preso il vaccino prima non saremo a questo punto”.

Cozza parla anche del prosssimo avversario del Pisa, la Nocerina: “L’ho vista tre volte, purtroppo sono squadre che non hanno pressione ed e’ piu’ facile fare la partita per vincere”.

20140121-144608.jpg

By