Francesco Cozza: “Voglio un Pisa vincente e la serie B”

PISA – In una sala stampa dell’Arena gremita di giornalisti e tifosi e’ stato presentato il nuovo tecnico dell’Ac Pisa Ciccio Cozza, che rileva sulla panchina nerazzurra mister Dino Pagliari esonerato dopo la sconfitta interna contro il Viareggio.

Francesco Cozza esordisce cosi: “Mi piace lavorare e portare i frutti che del resto e’ quello che mi è stato chiesto la società.’ Dovremo recuperare i punti e centrare la serie B. Pisa e’ una piazza ambita da tutti, spero di ricambiare la fiducia che la società’ mi ha dato. Ci vorrà tempo, ma sono convinto che il tempo sarà dalla nostra parte e ci toglieremo grandi soddisfazioni. Penso che questa squadra raggiungerà un buon livello già dopo la gara contro il Frosinone. Ho rinunciato al premio play-off perché mi sembrava stupido arrivare qua e chiedere soldi. Prenderò solo il premio promozione se arriveremo a conquistarla come spero”

Cozza parla del modulo: “Sara’ un Pisa più offensivo che cerchera’ di fare sempre gol, in alcune partite soffriremo, ma la squadra dovrà giocare sempre per vincere e divertire il pubblico. Chi viene allo stadio e paga il biglietto deve essere soddisfatto dai suoi beniamini”.

Il nuovo tecnico cercherà’ di recuperare quei giocatori che fino a questo momento non hanno reso secondo le aspettative: “Andrò a cercare gli elementi più importanti per farli rendere al cento per cento per il bene del Pisa. I ragazzi dovranno rendere con prestazioni importanti 90 minuti su 90. cento prestazioni importanti non dieci minuti su 90 ma 90 su 90”.

Il neo tecnico nerazzurro parla della sua scelta: “Se uno rifiuta Pisa, vuol dire che non sta bene di testa. Questa piazza tutto sembra, ma non da Lega Pro. Questa squadra deve lottare per risalire e giocarsels alla pari con chiunque”.

Per il tecnico e’ presto per parlare di mercato: “Aspetto di vedere l’organico, per poi parlare con il presiedente e assieme alla società valuteremo se c’è bisogno di intervenire. Prima di portare un calciatore a Pisa bisogna vedere se fa il bene del Pisa ed essere convinti. Non posso portare un giocatore solo per fare numero”.

Domani partira’ il lavoro di Cozza sul campo: “Da domani si inizia a lavorare sulla parte atletica che su quella tattica, la squadra va ricostruita mentalmente e deve assimilare la mentalità dell’allenatore che vuole arrivare a risultati importanti. Chi non recepirà’ tutto questo sarà’ messo da parte e sarò costretto a riferirlo alla società’.

Il mio contratto finisce a giugno, ma voglio che continui. Obiettivo far giocare la squadra al calcio e la speranza e’ quella di arrivare lassù dove il Pisa merita. Dovremo riportare il pubblico allo stadio. Siamo con le prestazioni che dobbiamo accattivarci le simpatie dei tifosi. Assieme possiamo ottenere risultati importanti. L’obiettivo e’ fare un gol più degli altri, ma se non si prendono e’ ancora meglio”.

Il neo tecnico del Pisa ammette: “Il reparto offensivo ha fatto meno di quello che vale”. Poi parla della sconfitta dello scorso anno a Pisa quando allenava il Catanzaro. “Lo scorso anno abbiamo perso 4-1 ma a 15′ dalla fine vincevamo 1-0. Abbiamo beccato il Pisa in un momento straordinario, qualunque squadra venne a Pisa e perse”.

Cozza parla anche di Mingazzini e del suo problema legato al calcio scommesse: “Mingazzini e’ un professionista, e’ un giocatore del Pisa, come recupererà sarà un giocatore che può fare la differenza”.

SOTTO L’ARRIVO DI FRANCESCO COZZA

20131227-183725.jpg

You may also like

By