Francesco Forte: “Posso giocare anche accanto ad Arma. Se il mister mi da i guanti gioco anche in porta”

PISA – La palma del migliore della vittoria del Pisa sulla Paganese spetta senz’altro a Francesco Forte, che dopo la splendida rete realizzata in Coppa con la Reggiana ha aperto le danze anche contro i campani con un gol a dir poco spettacolare e sicuramente non da Prima Divisione.

Un lampo nel buio, in un primo tempo a dir poco soporifero. Spazi chiusi, gara bloccata e Pisa incapace di infilarsi nella nutrita retroguardia campana, con sei sette uomini sempre a far muro. Ci ha pensato lui, Francesco Forte, all’alba della mezz’ora a schiodare lo 0-0. Cross di Bollino dalla sinistra, respinta di Panariello e palla che vaga a mezz’altezza, che Forte non si fa sfuggire. Sinistro al volo e palla nel sacco, l’Arena si sveglia in un solo colpo, Forte si fa tutto il campo va ad esultare fino sotto la Nord.

“Sono molto contento principalmente per il risultato della squadra. cercò sempre di migliorarmi come ho fatto all’Inter dove ho passato due anni fantastici e ho cercato di imparare molto essendo accanto a grandi campioni”.

“Mi fa piacere vedere che questo impegno venga premiato dal gol. Ho pensato solo a tirare. In allenamento provo sempre questa soluzione. So che in partita e’ diverso, ma questa volta e’ andata. Bene. Adesso possiamo preparare con serenità la sfida di Coppa e la gara con il Gubbio. I successi facilitano sempre le cose”.

Forte può giocare assieme ad Arma?

“Si, posso giocare anche assieme ad Arma, ho fatto anche il tre quartista in passato quando mi e’ stato richiesto. Se il mister mi da i guanti mi metto anche in porta”.

Ti stai integrando molto bene nel gruppo…

“Siamo un grande gruppo. Senza l’aiuto dei miei compagni non sarei riuscito ad entrare in campo così tranquillo e a fare bene”.

A chi vuoi dedicare questo gol?

“Alla mia famiglia che mi sostiene sempre e alla mia fidanzata Flaminia”.

SOTTO FRANCESCO FORTE (foto pisanews.net)

20131020-184314.jpg

By