Franco Zagari, progetti di architettura e paesaggio. Una mostra, un libro, un convegno in quattro sessioni

PISA – La Città di Pisa si interroga sulle nuove tendenze del progetto del paesaggio urbano, con una mostra, un libro e un convegno in quattro sessioni. La mostra monografica, in programma dal 21 ottobre al 6 novembre presso il Bastione Sangallo, sarà dedicata a Franco Zagari, architetto paesaggista che emerge per la sua lunga e nota attività, con realizzazioni in Italia e all’estero su molti degli argomenti strategici di questo campo.

Il progetto culturale nasce da un’idea di LP (Laboratorio Permanente per la Città) ed è curato da Silvia Chiara Lucchesini, Fabio Di Carlo e Andrea Di Salvo. Art director è Sarah Amari. Il progetto ha il patrocinio della Regione Toscana. La mostra di architettura ha il patrocinio dell’Ordine degli Architetti di Pisa.

image“Franco Zagari. Progetti” è un libro che lo stesso autore ha pubblicato per questa occasione per i tipi della Casa editrice Librìa (Melfi 2016), una introduzione alla visita in mostra di molte sue opere realizzate in Italia e all’estero sul tema della qualità del paesaggio, intesa come una strategia progettuale di riconoscimento e valorizzazione di vocazioni di rigenerazione, che vanno tradotte in risorse culturali, sociali e economiche. Il convegno “Bellezza e civitas”, in quattro sessioni (21, 27 e 28 ottobre e 4 novembre), curato da Andrea Di Salvo, invita protagonisti illustri a una discussione e, partendo da una critica alle intuizioni progettuali della mostra, dà un contributo di riflessione sugli obiettivi perseguibili dal progetto di paesaggio, su quei valori che ne fanno oggi una questione politica prioritaria che parte dalla consapevolezza della storia di un luogo per comprenderne la visione di futuro.

imageCi saranno inoltre l’installazione di Ciriaco Campus, “La Pressa di Franco”; l’Instant Book “Festschrift Zagaria”, a cura di Domenico Avati, Fabio di Carlo, Isabella Pezzini, Monica Sgandurra; l’installazione di Rocco e Giuseppe Biscotti “Il bianco e l’indaco” e quella di Roberto Domiziani “Orlando”; la realizzazione di Urbo per Expo Milano 2015: Tre tavolini Circa Instans, di Franco Zagari + PAN Associati.

imageNel corso della mostra, inoltre, dal 27 ottobre al 4 novembre, all’interno del Bastione Sangallo si terrà un workshop di progettazione architettonica e urbana dedicato alla città e al litorale. L’iniziativa è promossa dal DESTeC dell’Università di Pisa, per il laboratorio di idee lanciato dalla biennale di architettura LabQ, ideata e progettata da LP, con la collaborazione del Comune, d’accordo con il Corso di Laurea Magistrale in Ingegneria Edile Architettura dell’Università.

“Franco Zagari è il più grande paesaggista italiano – dice l’assessore Ylenia Zambito – ci auguriamo che la città risponda a questo importante progetto culturale. La questione paesaggistica è questione politica e l’approfondimento dei temi legati al paesaggio per noi sarà anche un’opportunità per comunicare alla città l’impegno attuale dell’amministrazione nella pianificazione urbanistica nell’ottica della valorizzazione del paesaggio”.

“Questo progetto culturale rappresenta un arricchimento per la città – ha detto il Sindaco Marco Filippeschi – un contributo prezioso dell’Associazione LP in un momento in cui come amministrazione non saremmo riusciti a incardinare iniziative di questa portata sull’architettura. Abbiamo già programmato la Biennale di Architettura ed eventi come questi vorremmo strutturarli in modo che diventino punti di riferimento, in grado di mantenere questa ricchezza culturale per la città anche nel lungo tempo”.

image“Sono grato alla Città di Pisa – dichiara il Professore Franco Zagari – di avermi chiamato come testimone di nuove tendenze che sono in atto per affrontare il tema della rigenerazione urbana. Questo mi fa onore e spero di poter dare un contributo utile per la diffusione di un concetto di paesaggio che oltre al suo significato culturale abbia una giusta collocazione di particolare rilevanza anche come valore sociale ed economico. È straordinario che Pisa si sia dotata di strumenti, mostre, dibattiti, concorsi, per avvicinare i cittadini a una consapevolezza profonda e concreta del paesaggio come tema essenziale per il benessere della comunità. Spero di non deludere queste attese. Ringrazio questa Città, la sua Amministrazione e gli amici di LP, laboratorio permanente per la città, che hanno dato uno spessore di grande contenuto a questa scommessa”.

image“La presenza del Professor Franco Zagari nella nostra città – dichiara l’architetto Silvia Chiara Lucchesini di LP – è per la nostra associazione l’occasione di un continuum operandi all’interno del nostro laboratorio e di un confronto allargato con ospiti di eccellenza. Pisa potrà pensare al valore della progettazione del paesaggio urbano e potrà affrontare altri temi, come quello dell’acqua, nodo progettuale della prossima Biennale a Pisa. Aver preso parte alla realizzazione di questa mostra senza dubbio per me e per l’associazione è una grande esperienza”.

Le foto sono di Roberto Cappello (Riproduzione riservata)

By