FROSINONE – PISA : Le nostre pagelle. Goldaniga ancora mastodontico

FROSINONE – Ecco le pagelle dei protagonisti della sfida del “Matusa” che ha visto il successo del Frosinone sul Pisa per 2-1.

di Enrico Esposito

FROSINONE

Zappino 6 – Non viene chiamato in causa direttamente mai dagli avanti pisani, che creano pericoli soprattutto nel primo tempo sulle fasce ma senza che siano sfruttate a dovere. Incerto su una botta da punizione di Kosnic ma la difesa sbroglia.

Frara 5 – Prestazione molto opaca da parte del capitano schierato in una posizione non consona quantomeno alle sue ultime stagioni. Soffre terribilmente le trinagolazioni tra Pellegrini e Mannini, che lo saltano reg0larmente sul fondo. Per questo motivo la sua partita finisce al 45′ del primo tempo. Dal 1 st Crivello 6 – Luci e ombre. Brilla negli anticipi ma sui raddoppi di Pellegrini anche lui non dorme sogni tranquilli.

Biasi 6.5 – Ottima prestazione dell’esperto difensore. Non fa respirare Arma e il suo sostituto Forte, e si fa vedere anche davanti. Dal 32 st Bertoncini – Partita di sostanza, non fa rimpiangere Biasi.

Blanchard 6 – Buona la prova anche del francese, puntuale e tranquillo ma all’entrata in campo di Giovinco vive alcuni affanni.

M.Ciofani 6- – Ci si aspettava di piu’ da lui. Non si propone e esibisce lo smalto di sempre ma quando si accende crea patemi alla difesa nerrazzurra con le sue invenzioni.

Gori 6 – Prestazione di sacrificio, tampona numerose iniziative dei centrocampisti pisani.

Gucher 6.5 – Giocatore imprescindibile per questa squadra, svaria su tutto il fronte difensivo e quando puo’ si insinua anche in zona offensiva. I traversoni da calci di punizione sono una sua specialita’. Vero leader.

Paganini 7 – Molto movimento e umilta’ da parte del trequartista, che non ha grandi opportunita’ per mostrare le sue qualita’ tecniche sino al 92′, quando con una botta devastante fuori area gonfia la rete e fa volare il Frosinone in finale.

Soddimo 6.5 – Una molla impazzita. Se non fosse per il suo carattere sbarazzino alla “Cassano” ad oggi lo vedremmo calcare altri palcoscenici. Fa impazzire Parfait con le sue serpentine e la sua ottima intesa con Daniel Ciofani. Sfiora il raddoppio proprio dopo una combinazione con il bomber. Uno dei migliori.

D.Ciofani 7 – 7 su 8. L’1-0 che si costruisce tutto da solo come un giocoliere rappresenta il settimo sigillo su otto match al Pisa. Si rende minaccioso in almeno altre tre circostanze. Tiene in costante apprensione l’area avversaria.

Curiale 5.5 – Come all’andata, ancora una partita deludente per il centravanti ciociaro che non incide affatto se non per un paio di contatti dubbi in compartecipazione con Rozzio.

PISA

Provedel 6 – Battuto da due prodezze dei due giocatori di maggior classe del Frosinone, come sempre fa una grande prestazione. Una rivelazione questo giovanissimo portiere che ha davanti se una carriera molto luminosa.

Kosnic 6.5 – Schierato in una posizione non sua per sopperire all’assenza di Sabato, per sua natura pensa a difendere e non riesce ad affacciarsi in avanti piu’ di tanto. Ma nella ripresa pareggia il conto con una velenosa punizione corretta in rete da una deviazione di un difensore ciociaro. Dal 41 st’ Martella SV

Rozzio 6 – Tutto sommato una prova piu’ positiva che negativa per il centrale che anche e soprattutto ricorrendo alle cattive ferma Curiale e rischiando il penalty in un paio di occasioni al limite. a tutto sommato se la cava. Sul goal di Ciofani troppo spazio ma non avrebbe potuto fare molto di piu’.

Goldaniga 6.5 – Ancora una prova di qualita’ per il mastodontico centrale che l’anno prossimo sicuramente ci salutera’ per approdare a palcoscenici piu’ prestigiosi. Infonde sempre sicurezza al reparto.

Pellegrini 6 + – Corre come un matto sulla sua fascia sia nel primo che nel secondo tempo e crea grattacapi prima a Frara e poi a Crivello grazie alla sua facilita’ di corsa. Tuttavia la sua azione non e’ costante.

Parfait 5.5 – Parte bene ma alla distanza cala, non garantisce il solito filtro. Sbaglia nella ripresa parecchi tocchi anche semplici e viene surclassato dalla diga Soddimo – Gucher.

Sampietro 5 – Prova da dimenticare per il giovane mediano, nervoso e lento. E’ molle sui contrasti, sul goal di Ciofani non aiuta Rozzio e poco dopo si rende colpevole di due retropassaggi da codice rosso. Menichini lo toglie appena puo’ per evitare altri guai. Dal 1′ st Giovinco 6- Qualche buon spunto da parte dell’acciaccato fantasista che infatti mostra di non essere al top. Eppure regala qualche sgroppata delle sue e verticalizzazioni interessanti. Con a disposizione il Giovinco delle ultime uscite forse ci saremmo divertiti di piu’.

Favasuli 6- – Oggi il capitano e’ stato meno brillante del solito. Il suo ruolo e’ stato piu’ quello di fare densita’ in mezzo al campo a fronte de i robusti avversari. Poche le trame di gioco espresse,avrebbe potuto fare di piu’ in attacco.

Napoli 6- – La sua prova e quella di Mannini sono state identiche. Forse lui ci ha provato di piu’ rispetto al numero sette nerazzurro, ma come in altre circostanze la frenesia e l’imprecisione hanno vanificato le sue sortite e tante in avanti.

Mannini 5.5 – L’impegno non manca ma tutto il resto dov’è? Daniele appare spompato e senza estro come all’andata. Gli mancano le idee e la rapidita’ caratteristiche, soffre e non da un grande apporto. Probabilmente sulla sua stagione soprattutto nel finale e’ pesata l’inattivita’ di Siena. Speriamo di poter riammirare l’anno prossimo l’esterno che deve far fare al Pisa il salto decisivo di qualita’.

Arma 5 – Peggiore in campo con Sampietro, svanisce nella partita piu’ importante, specchio di una stagione altalenante da parte sua. Non riesce ad entrare nelle azioni come dovrebbe, appare bloccato nella morsa degli avversari come della sua giornata no. Dal 13 st Forte 6 – Fa salire la squadra e ci mette l’impegno ma non ha opportunita’ per creare pericoli alla porta di Zappino.

20140525-193740.jpg

By