I furbetti dei rifiuti. Con il porta a porta smascherato chi non pagava la Tari

PISA – L’introduzione del metodo “Porta a Porta” per la raccolta differenziata nei quartieri e la conseguente consegna dei bidoncini, ha permesso a Sepi e Geofor di controllare le utenze non iscritte alla Tari.

I casi complessivamente segnalati, in tutta la città, sono per ora 1429. Di questi 464 si sono iscritti, regolamentando la loro situazione, mentre 478 hanno avuto l’avviso di accertamento (si devono cioè iscrivere e regolarizzarsi). I restanti 487 riguardano immobili sfitti o in ristrutturazione

Per quanto riguarda le case popolari di Sant’Ermete i casi segnalati di evasione della Tari sono 43. Di questi 15 hanno dato luogo a iscrizioni spontanee, 6 hanno dato luogo ad avvisi di accertamento, 22 inviti all’iscrizione.

Solo dopo aver sanato la situazione sarà possibile prendere in considerazione la richiesta di equiparazione con i condomini con più di 8 nuclei familiari.

A Sant’Ermete i residenti sono 1736 di cui 450 nelle case popolari in 171 alloggi, di questi 43 le utenze morose (quasi un terzo).

Loading Facebook Comments ...
By