Dopo il furto al bar “I 4 Passi” a Porta a Mare anche Confesercenti chiede più sicurezza

PISA –  “Ancora un furto a Porta a Mare, ancora una volta nel mirino una attività commerciale. Bisogna riportare con forza l’attenzione sul quartiere e sulla questione sicurezza, questione che addirittura aveva avuto la ribalta delle tv nazionali”. E’ Luigi Micheletti, presidente area pisana di Confesercenti Toscana Nord, a parlare dopo l’ennesimo furto ai danni del bar “I 4 passi” in corte Sanac, locale preso di mira già molte volte in passato.

Il quartiere nei mesi scorsi era stato al centro di una serie di raid soprattutto ai danni delle attività commerciali (ma anche della sede della stessa Confesercenti Toscana Nord) portando le associazioni di categoria a muoversi con forza nei confronti di questura e prefettura. “Esprimiamo solidarietà al collega ancora una volta vittima di un furto, collega che conosciamo e frequentiamo anche con i nostri dipendenti. Purtroppo per Porta a Mare non si può minimante abbassare la guardia – dice ancora Micheletti -, occorre quindi riprendere il discorso che avevamo avviato sia con il questore che con il Comune”. Proprio l’emergenza furti a Porta a Mare fu al centro di una serie di tavoli tecnici convocati dal questore Paolo Rossi. Ancora il presidente area pisana: “In quelle occasioni ci fu proposta una collaborazione fornendo nostri referenti in una sorta di servizio di vicinato. Cosa che facemmo immediatamente comunicando diversi nominativi. Ma il problema riguarda soprattutto la notte, quando le attività sono chiuse. Da qui la necessità – insiste Micheletti – di riprendere il discorso sulla videosorveglianza interrotto con la precedente amministrazione. Era allo studio l’installazione da parte del Comune di una nuova telecamera all’altezza del sottopasso di via Aldo Moro da implementare con una posizionata dal nostro amministratore di condominio in largo Viviani dopo però l’intervento del Comune. A questo punto chiediamo di riattivare con urgenza quel tavolo ripartendo da queste proposte – conclude il presidente area pisana di Confesercenti Toscana Nord – in fatto di videosorveglianza. Per quanto riguarda Corte Sanac scriveremo di nuovo all’’amministratore di condominio per convocare un’assemblea straordinaria con la presenza delle associazioni di categoria come già suggerito dal prefetto. E infine chiediamo un ulteriore rafforzamento della presenza delle forze dell’ordine considerando anche che soprattutto la notte queste due zone sono metà di barboni e prostitute”.

Loading Facebook Comments ...
By