Furto in centro ai danni di una turista coreana

PISA – Ieri sera, verso le 18,00 sull’utenza “113” della Questura di Pisa perveniva una richiesta poiché erano state fermate delle ragazze che si erano rese responsabili di un furto ai danni di una turista coreana.

Sul posto veniva inviata una pattuglia della Polizia in servizio in Piazza Duomo, alla quale in cittadino del Bangladesh consegnava due giovani donne di etnia rom già note alle Forze di Polizia per precedenti fatti analoghi commessi nella zona turistica adiacente alla piazza del Duomo.

Sul posto si apprendeva che una turista coreana, , mentre si trovava sull’autobus di città della linea “LAM ROSSA” che collega l’aeroporto con la stazione ferroviaria e poi prosegue per piazza dl Duomo, veniva avvicinata da quattro donne e una di queste prelevava dalla sua borsa, una busta contenente denaro contante.

Il fatto si verificava in prossimità della fermata di via Nicolini/piazza Manin e le autrici del furto scendeva tutte insieme dall’autobus, ma la donna che si era resa conto del fatto scendeva anch’essa e si poneva al loro inseguimento chiedendo aiuto. La sua richiesta veniva raccolta da un uomo straniero del Bangladesh che riusciva a fermare e trattenere un’altra donna che, nell’intento di farsi lasciar andare, consegnava la busta e tentava di sferrargli dei calci all’altezza dello stomaco.

Il testimone, per niente intimorito dall’azione posta in essere nei suoi confronti ha preso la busta e l’ha riconsegnata alla proprietaria ed ha atteso l’arrivo della Polizia a cui ha riferito dell’accaduto esprimendosi correttamente in lingua italiana. Delle quattro donne che si trovavano a bordo dell’autobus due erano quindi state fermate ed era stata recuperata l’intera refurtiva composta da denaro contante in banconote Corone Coreane e Franchi Svizzeri. Le donne accompagnate in ufficio venivano identificate per A.C. e L.C. entrambe minorenni e note per precedenti identificazioni seguite a fatti analoghi. Una delle due essendo imputabile è stata accompagnata al Centro di Prima Accoglienza, per Minorenni di Firenze di via degli Orti Oricellari. Mentre la minore non imputabile è stata affidata a familiari giunti appositamente da Genova.

Fonte: Questura di Pisa

20130725-153923.jpg

You may also like

By