Gabriel Raimondi: “Pisa, Grazie lo stesso. Un giorno sogno di allenarti”

PONTEDERA – La sua avventura a Pontedera è iniziata, però Gabriel Raimondi è triste senza la maglia nerazzurra addosso.

Gabriel, è iniziata per te una nuova avventura con la maglia del Pontedera…

“Sì, sono contento perché questa società mi ha dato la possibilità di giocare. Non possono essere che grato di militare in questa squadra”.

Resta un pò la delusione per non essere stato confermato a Pisa…

“Non voglio farepolemica con nessuno perché non mi sembra il caso. Penso che Pisa hafatto le sue scelte e deve guardare al futuro ed investire sui giovani. Posso solo dire che sono dispiaciuto al mille per mille. Pisa è come se fosse la mia squadra e non poterci giocare…”.

Che cosa vuoidire ai tifosi pisani?

“Non è facile daun giorno ad un altro non far parte del Pisa. Sarà difficile metabolizzare per me e per la mia famiglia la scelta di non giocare nel Pisa”.

Potrebbe essere la tua ultima stagione da giocatore?

“Decisamente sì. Valuterò bene, ma è molto probabile che questa a Pontedera sarà la mia ultima stagione da giocatore anche se ho tanta voglia di fare”.

Che cosa vuol fare dopo aver appeso le scarpette al chiodo Gabriel Raimondi?

“Il mio obiettivo dopo aver smesso di giocare è quello di allenare. Inizierò con i corsi e mi piacerebbe intraprendere questa strada”.

Qual’è il tuo sogno?

“Prendere il patentino e magari tra dieci anni allenare proprio il Pisa”

By