Gabriel Raimondi cuore nerazzurro: “Pisa ce la puoi fare. Gioca sull’entusiasmo”

PISA – E’ rimasto attaccato alla nostra città’, tanto quanto la nostra città’ e’ rimasta attaccata a lui. Gabriel Raimondi parla a Pisanews.net del momento d’oro che sta attraversando il Pisa. Domenica sarà’ all’Arena a vedere il big-mach contro il Benevento.

Il Pisa sta vivendo un momento positivo ed è’ ad un passo dai play-off. vedi qualche analogia rispetto alla stagione 2006-2007?

“Per scaramanzia non voglio pronunciare nessuna parola strana. Posso dire che ha ritrovato entusiasmo e i playoff si giocano su questo. La società’ e’ riuscita a centrare l’obiettivo che si era prefissata ad inizio stagione e cioè’ lottare per qualcosa di importante, quindi c’è’ da essere soddisfatti e lottare fino alla fine”.
Nocerina, Latina e Perugia hanno qualcosa in più’ del Pisa secondo te?

“Non ho seguiTo negli ultimi tempi le vicende della squadra perche’ ero impegnato. Nocerina, Perugia e Latina sono piu’ forti ma fino ad ora hanno tirato la carretta e potebbero anche avere dei problemi fisici. Il Pisa potrebbe sfruttare questo fattore che ai play-off non è’ da poco”.

Domenica sarai all’Arena?

“Verrò’ a vedere la partita e a tifare Pisa. Non posso mancare”.

Qual’e’ il giocatore che ti ha impressionato di più?

“All’inizio dell’ anno ho avuto modo di vedere Gatto ed ho notato la sua crescita esponenziale rispetto all’anno scorso. Adesso sta dando il meglio di se’, così’ come Perez che è’ un ragazzo che si impegna molto ed è’ migliorato tantissimo”.

Gatto potrebbe essere l’arma in più’ come Ceravolo nel 2006-07?

“Diciamo che ce l’auguriamo tutti. Potrebbe essere un bel paragone. Fabio fu decisivo, spero che lo sia anche Leo. Se lo merita”.

Dopo la carriera di giocatore Raimondi spera di sederai su una panchina…

“Mi piacerebbe intraprendere questa difficile carriera. A livello professionale in Cile ho imparato tante cose”.

Qual’e’ il tuo sogno nel cassetto?

“Il mio Sono e’ quello di allenare il Pisa, ma per farlo bisogna essere un grande allenatore. Pensare di poterlo fare ora sarebbe da presuntuosi”.

Oltre a te Pisa e’ molto legata agli altri due argentini Zavagno e Castillo. Vi siete sentiti ultimamente?

“Nacho fortunatamente era a casa mia l’altro giorno e per un po’ l’avro’ vicino, Zavagno fa lo scouting per il Torino quindi è’ sempre in Argentina, ma conto di rivederlo al più’ presto”.

NELLA FOTO SOTTO RAIMONDI E GENEVIER IN VISITA IN VIA GARIBALDI

20130430-142616.jpg

By