Gabriele Amore: “Ecco la mia Pisa. Al Ballottaggio ci andremo noi”

PISA – Presentato venerdì 11 Maggio presso Piazza della Stazione, Gabriele Amore candidato a Sindaco di Pisa da del Movimento 5 Stelle alle prossime consultazioni comunali che avranno luogo domenica 10 giugno a Pisa.

di Giovanni Manenti

Dopo le consuete foto di rito con i responsabili locali del Movimento, tra cui la Consigliera Comunale Valeria Antoni, già Candidata Sindaco alle Amministrative del 2013 e la Consigliera alla Regione Toscana Irene Galletti, Amore si è concesso agli Organi di Stampa, evidenziando il suo Gruppo: “Siamo pronti per la sfida da affrontare, avendo operato per tre anni con un lavoro di squadra per portare avanti un programma importante per Pisa, una città che necessita di un cambiamento, convinto che le vicende politiche a livello nazionale potranno incidere sul risultato a livello locale, anche se noi abbiamo l’idea di vivere questa esperienza anche un po’ scollegati, pur se i principi sono i medesimi, ma le criticità di Pisa sono specifiche e quindi agiremo anche in maniera un po’ autonoma”.

“Se mi chiedete chi dovessimo appoggiare in un eventuale ballottaggio”, prosegue il Candidato Sindaco, “non posso che rispondervi che saremo noi ad andare al secondo turno elettorale, mentre per ciò che concerne l’unità del Movimento tengo a precisare come a Pisa vi siano stati solo due laboratori di idee all’interno di un unico Gruppo, e che sono stati disegnati come due unità contrapposte, ma quello che conta è che il Movimento 5 Stelle sia oggi rappresentato dalla mia persona quale Candidato eletto e noi invitiamo tutti gli attivisti dell’altro Gruppo, nonché i silenti che non hanno partecipato a nessuna delle due parti ed i simpatizzanti a darci una mano a portare avanti un progetto alla base del quale c’è la volontà di far sì che i Pisani tornino ad essere protagonisti delle scelte della città”.

“Sotto il profilo del programma”, precisa Gabriele Amore, “è evidente come il problema della sicurezza sia il più reale e che vada combattuto e noi abbiamo intenzione di riportare in auge quello che era il Vigile di Quartiere, estendere il Daspo Urbano al Centro cittadino, poiché riteniamo non sia giusto relegarlo soltanto ad alcune parti ricche della città, ed al riguardo sarà importante l’interazione tra i cittadini ed i Comitati di Quartiere in quanto possono dare una grossa mano per migliorare le cose, segnalare le problematiche ed avere di conseguenza un rapporto più diretto con l’Amministrazione Comunale, così come importantissimo sarà anche l’aspetto sociale, l’attenzione alle categorie più deboli quali anziani, disabili e bambini, ed in quest’ottica la Società della Salute non ha agito bene così come APES non ha attuato una politica abitativa adeguata, dovrà essere più trasparente e verificare che chi ha diritto lo abbia poi realmente mantenuto”.

“Per ciò che riguarda la formazione della Giunta”, ha quindi concluso il candidato del M5S, “noi riteniamo che sia opportuno coinvolgere anche la società civile, poiché vi sono degli Assessorati che necessitano di competenze specifiche, ed abbiamo all’interno del nostro Gruppo degli elementi validissimi e valuteremo in seguito chi sarà più meritevole, in particolare per il ruolo di Assessore al Bilancio, uno dei più delicati”.

Loading Facebook Comments ...
By