Galletti (M5S): “Saranno tutelati anche gli educatori che operano nelle realtà private”

PISA – “Superata l’emergenza sanitaria, le famiglie ritroveranno gli educatori dei loro figli ed i servizi per l’infanzia che hanno scelto.” Questo, in sintesi, è l’impegno certificato dal voto in aula nell’ultima seduta del Consiglio regionale. Ad affermarlo Irene Galletti, consigliera regionale del Movimento a 5 Stelle e candidata alla presidenza della Regione Toscana, commentando l’esito favorevole della sua proposta a sostegno degli educatori e delle realtà che operano nel privato


Grazie all’approvazione unanime del mio Ordine del giorno, la Giunta  regionale della Toscana si impegna ad attivare immediatamente tutte le misure necessarie per il sostegno dei lavoratori e delle varie realtà dell’insegnamento escluse dalla piena applicazione delle tutele economiche ed occupazionali già previste per i loro colleghi dipendenti dagli enti pubblici.

Nell’ambito scolastico e dell’insegnamento pubblico sono attive numerosissime realtà e soggetti privati (cooperative e associazioni) che integrano e completano l’offerta educativa dei nostri ragazzi.
Purtroppo le misure generali emanate fino ad oggi non erano sufficienti a tutelare questo variegato mondo – chiarisce Galletti – per questo era necessario intervenire.


Sono felice che le richieste avanzate dagli educatori, e trascritte nell’atto, siano state accettate integralmente dall’assemblea. Con questo risultato – conclude Galletti – assicuriamo le giuste tutele ai lavoratori di questo settore e garantiamo alle famiglie di ritrovare gli educatori dei loro figli e i servizi per l’infanzia che hanno scelto.

By