Gatto ucciso da petardi in bocca: orrore a Pisa

PISA – Un gatto è stato seviziato da alcuni ragazzi in piazza S.Antonio, che hanno bloccato l’animale, facendo poi scoppiare diversi petardi in bocca allo stesso. Il felino è stato stroncato dall’esplosione. E’ accaduto la notte di S.Silvestro. 

INDAGINI E FOTO – E’ stata anche messa una foto su facebook che mostra i resti del povero animale sparsi per tutta via S.Antonio. Protagonisti sono stati alcuni ragazzi, non identificati dalle forze dell’ordine.  La Polizia sta indagando, raccogliendo le testimonianze degli shockati presenti, annotando tutto ciò che possa essere utile. Le forze dell’ordine hanno anche trovato poco lontano i resti di un altro animale, un topo, sempre fatto esplodere nella stessa modalità.

quando la festa si trasforma in tragedia

APPELLO – L’appello di Polizia e testimoni è quello di riferire tutto il possibile alle forze dell’ordine, e qualora qualcuno della zona si ricordasse particolari utili, può presentarsi e informare se esistono altre foto e riprese dell’accaduto, magari dando utili descrizioni circa l’identificazione dei colpevoli.

COMMENTI – Su facebook i commenti si sprecano. Simone ci riferisce: “se non una punizione materiale (nel caso la legge non lo consenta), ne serve una morale: sbatterli al centro di una bella gogna mediatica (nel caso sensata, tra altre che lo sono meno), costringerli a ore di servizi sociali, esporli insomma a una vergogna proporzionale all’atrocità di cui si sono macchiati. Ci devono mettere la faccia, ci devono: altro che di notte; cuor di leone, oltre che sadici.” Giovanna dichiara: “Questi sono sadici pericolosi, e anche se sono adolescenti minorenni sono pericolosissimi. Purtroppo di cose simili si legge sempre più frequentemente. Questa e’ gente che lo farebbe anche di giorno e non escludo che non abbia filmato tutto con il proprio cellulare e i video non finiscano su qualche circuito in rete.” Per questo motivo, forse, è ancora più prezioso cercare di aiutare le forze dell’ordine, come dovere morale e di cittadino.

VIOLENZA SU ANIMALI – Si tratta di un atto inqualificabile, una violenza gratuita che in città, ma soprattutto in un paese civilizzato non è ammissibile. La legge purtroppo non è dalla parte degli animali. Per una cosa del genere si può essere puniti infatti “solo” con una condanna da quattro mesi a due anni (articolo 544 bis del codice penale).

 

You may also like

By