Gennaro Gattuso: “Umiltà e piedi per terra, così si cresce”

PISA – Alla vigilia della super sfida con la Maceratese mister Gennaro Gattuso parla davanti a microfoni e taccuini.

SULLA SQUADRA. “La condizione del gruppo sta migliorando abbiamo solo Lisuzzo e Di Tacchio fuori. Il segreto dei punti che abbiamo è quello dei miei ragazzi, che hanno interpretato bene ogni partita, gli faccio i complimenti perché se li meritano. Sarà difficile inserire nuovi innesti perché con questo gruppo potrebbersi rompersi il giocattollino. Adesso bisogna tenere i piedi per terra e avere grande umiltà, solo così si cresce. Il Pisa a me piace, voglio vedere una squadra solida, anche se non giochiamo bene siamo tosti e questo a me fa piacere. A S. Piero potevamo già andarci ma abbiamo preferito aspettare il 27 dicembre o il 2 gennaio”.

SULLA SOCIETÀ. “Sono sereno, c’è un direttore che sta lavorando le cose si stanno sistemando, è uscita la bozza di bilancio e quindi tutti possiamo vederlo. Siamo tutti più sereni, si sta facendo di tutto per far sì che le cose vadano a posto”.

SULLA MACERATESE. “Abbiamo studiato gli avversari come tengono il campo, la Maceratese si difende molto bene e ripartono con molta veemenza, vedo una bella atmosfera nello spogliatoio, ma domani sarà dura, lo sanno anche i miei giocatori. La Maceratese è una squadra che tiene molto bene il campo, Bucchi e’ uno che ha grande passione e ha fatto un gran lavoro”.

SU PISA. “A Pisa mi sento a casa mia, sembra che sono qua da quattro cinque anni, mi esalto quando vedo che i miei ragazzi mettono il veleno in campo. Non vi nego che la mia paura oggi è che non abbiamo fatto nulla, non ci dobbiamo montare la testa e andate avanti, questo deve essere il segreto”.

SUL PRESENTE E SUL FUTURO. “Ho preso un impegno con il Pisa e con i ragazzi, può venire la squadra più ricca del mondo, ma adesso io ho nella mia testa di proseguire il progetto iniziato qui e fare qualcosa di importante in questa città”.

By