Geofor, sul bando non ci sono le garanzie richieste

SAN GIULIANO TERME – Aperta da Geofor SpA la procedura per l’affidamento dei servizi di raccolta differenziata e trasporto dei rifiuti solidi urbani ed altri servizi di igiene urbana nei comuni di Calci, Cascina, Pisa, San Giuliano Terme, Vecchiano e Vicopisano.

Il termine di presentazione delle offerte è stabilito per il giorno 15 novembre 2019.È battaglia nel comune termale contro Geofor, dopo le contestazioni estive e la convocazione del presidente Daniele Fortini e delle rappresentanze sindacali in commissione consiliare lo scorso luglio, le forze politiche che governano il comune termale (PD, Sinistra Unita per un’altra San Giuliano, Futura, Democratici Riformisti Insieme) intervengono nuovamente: “Il bando è da fermare, mancano le garanzie per chi lavora e chiede dignità, rischiamo di scaricare sulle spalle dei lavoratori e dei cittadini l’interesse di pochi. A fronte di un aumento dei costi della Tari al cittadino, già comunicati da Geofor, non ci sono garanzie salariali per i lavoratori e di efficienza del servizio. Rischiamo il protrarsi di scioperi e disservizi a danno della comunità.” Una bocciatura pesante da parte del comune termale del nuovo bando di raccolta rifiuti. “Qualunque ditta, impresa o associazione d’imprese, abbia in animo di partecipare alla gara di assegnazione dei servizi di raccolta e smaltimento dei rifiuti solidi urbani, dovrà avere ben chiaro l’onere di garantire ai propri dipendenti lo stesso trattamento economico disciplinato dallo specifico contratto collettivo nazionale- riprendono le forze di maggioranza – l’utile d’azienda non deve essere fatto sulla compressione salariale ma deve essere garantito da un idoneo piano industriale in grado di abbattere le diseconomie e di rendere più favorevole l’offerta. Tale condizione non risulta ben chiara ed inequivocabile nel bando. La difesa del diritto alla parità di retribuzione è stata assunta con tempestività e coraggio dalla maggioranza che governa il Comune di San Giuliano Terme nello specifico interesse dei lavoratori e di quello dei cittadini al fine di avere la massima qualità del servizio. Per questa ragione, la stessa maggioranza, consapevole del rilievo e dell’incidenza che la voce Tari rappresenta nel bilancio dell’amministrazione, chiede a Geofor di dissipare ogni fumus di ambiguità in ordine ai contenuti del bando di gara e di volersi disporre, con la massima celerità, ad un incontro chiarificatore. La maggioranza che governa il Comune di San Giuliano Terme, in primis il Sindaco, ove tale richiesta non venisse accolta e non si raggiungessero i predetti elementi di chiarezza, preannuncia anche l’eventualità della dilazione temporale dell’approvazione del bilancio preventivo. Invitiamo anche i comuni dell’area pisana coinvolti nel bando al tempestivo approfondimento chiarificatore nell’interesse delle comunità che rappresentiamo.”

By