Giacomo Tulli: “La mia miglior stagione da quando gioco”

PISA –  In attacco invece sarà l’altro ex del match Stefano Scappini a far coppia con Giacomo Tulli, l’uomo del momento in casa nerazzurri. Tulli con la doppietta a Frosinone oltre a raggiungere Favasuli e Perez a quota cinque gol, ha ridato la testa della classifica al Pisa che mancava da quasi cinque anni.
Giacomo, quella di Frosinone è stata una doppietta importante per te e per il Pisa…

“E’ stata una bella vittoria. Abbiamo dimostrato di essere uniti anche nei momenti difficili e di saper soffrire tutti insieme, compresi quelli che erano in panchina. Ci abbiamo messo cuore, gambe e testa. Dobbiamo continuare su questa strada”.

Te l’aspettavi un inizio di stagione così da parte del Pisa?

“Mi rendevo conto sin dal primo giorno di ritiro di che potenziale avevamo. Con l’arrivo di Buscè, Sabato e Mingazzini ci siamo rinforzati parecchio. Loro hanno classe, ma soprattutto esperienza da vendere, che è molto importante per questa categoria”.

Anche il tuo inizio di campionato è stato buono. E’ un azzardo dire il migliore da quando giochi a calcio?

“No, non è un azzardo. Questo inizio è il migliore in assoluto. A Mezzocorona qualche anno fa in C2 feci quattro gol ad inizio stagione e otto reti nel girone di ritorno. Ci salvammo molto prima del previsto. Lì gli obiettivi erano molto diversi”.

Giacomo Tulli (Foto Fabio Lelli)

Qual’è il segreto del Pisa di Alessandro Pane?

“Il gruppo. Siamo uniti. Sia chi gioca che chi non gioca. Remiamo tutti dalla stessa parte e seguiamo i consigli dei “vecchietti” e del mister”.

Hai una dedica particolare da fare sui gol di domenica e sul tuo buon momento?

“Voglio dedicare questo mio momento a chi mi vuole bene e chi mi sta vicino”.

Lunedì contro il Sorrento non ci sarà Perez. Al tuo fianco ci sarà Scappini. Che cosa cambia nell’economia del tuo gioco?

“Con Stefano ho giocato in Coppa e poi ci alleniamo insieme, quindi siamo affiatati anche se in campionato non siamo mai partiti dall’inizio. Stefano e Leo sono due prime punte simili. Leo gioca più con il fisico, Stefano è più tecnico. Sono due buoni giocatori”.

Che partita di aspetti?

“Una gara durissima. Questo campionato ha dimostrato di essere molto equilibrato. Il Latina ha perso a Prato quattro a zero, quindi tutto può succedere. Sottovalutare l’avversario sarebbe un suicidio per noi”.

Con il Pisa primo in classifica immagini un Arena con un colpo d’occhio importante…

“Sarebbe bello vedere tanta gente allo stadio in un momento di euforia come questo. Ci darebbe un ulteriore carica”.

Che messaggio vuoi lanciare ai tifosi pisani?

“Voglio dire che ce la metteremo tutta per raggiungere risultati importanti che questa città merita. In sette-otto anni non ho mai visto un gruppo così. Penso che questo sia un anno in cui i nostri tifosi potranno prendersi delle soddisfazioni. Noi ce la metteremo tutta per farli gioire”.

By