Giancarlo Favarin, vecchio cuore pisano

PISA – Giancarlo Favarin é stato sollevato ieri pomeriggio dall’incarico di allenatore del Pisa assieme a tutto il suo staff dopo averne ricevuto il comando appena l’8 giugno scorso.

image

Da gran signore qual’e’ e vero amante della squadra della sua cittá e dei suoi sostenitori, ben sapeva di essere stato chiamato ad essere una delle “vittime” piú che dei protagonisti di una delle fasi piú confuse e turbolente della storia del club di Piazza della Stazione. E soprattutto Giancarlo Favarin era ben al corrente o forse neanche tanto a quali livelli dovesse ancora raggiungere la confusione che regnava attorno al Pisa per poi alla fine essere lui stesso a subirne le conseguenze peggiori insieme ai giocatori.

Nonostante Lucchesi gli avesse dato il benservito fin da domenica in attesa soltanto che il suo erede giungesse come largamente annunciato da media nazionali e locali da Gallarate, mercoledì sera nell’amichevole di Viareggio e nel seguente post-partita in sala stampa, il cuore pisano del tecnico, ha mantenuto intatti il suo aplombe e la sua professionalità, come d’altronde ha sempre fatto in questi due mesi anemici e grigi, durante i quali ha cercato di fare della dignità il suo cavallo di battaglia, con le poche possibilità messegli a disposizione ha tirato fuori il meglio, svelando al pubblico le potenzialitä dei giovani Forgacs, Starita e Peralta e facendo rendere egregiamente un Montella che da punta non aveva quasi mai figurato.

A Salerno in Coppa Italia é stata proprio l’imprecisione dell’ex Vigor Lamezia e l’inesperienza di molti giovani ad incidere sulla sconfitta, al cospetto di una Salernitana indubbiamente superiore, ma non nettamente. Giancarlo Favarin lascia il Pisa a testa alta, e conoscendo il suo pensiero, sarà il primo tifoso di Gattuso e del nuovo Pisa.

Grazie Giancarlo, vecchio cuore pisano.

Dopo il suo esonero Favarin ha voluto salutare tutti con un comunicato: “Alla luce delle recenti decisioni societarie desidero ringraziare i giocatori ed il mio staff per l’impegno, la dedizione ed il rispetto dimostrati in queste settimane nonostante le innumerevoli difficoltà affrontate che poco hanno avuto a che fare con il calcio giocato. Un sentito ringraziamento ai tifosi dell’AC Pisa che mi sono stati particolarmente vicini. Dopo anni di carriera arrivare ad allenare la squadra della mia città, per la quale ho sempre fatto il tifo, ha significato coronare un sogno. Questo sogno, con mio grande rammarico, oggi si è interrotto proprio quando avrebbe dovuto prendere piena forma. Nelle settimane passate credo e spero di aver trasmesso ai miei ragazzi l’amore per questa maglia e per questo, sono certo che onoreranno i colori che amo. Congedandomi da tutti voi auguro ai miei ragazzi una stagione ricca di soddisfazioni. Per sempre forza Pisa”.

GIANCARLO FAVARIN

 

By