Gianluca Doveri, capitano del Ponsacco e pisano doc: “A Sanremo gara importante ma non decisiva”. Sul Pisa…

PISA – Presenza importante negli studi de “IL NERAZZURRO”  di Massimo Marini su GTV è stata quella di Gianluca Doveri, capitano del Ponsacco capolista in serie D oltre che pisano doc del quartiere di Porta a Lucca, che ha parlato del momento magico della squadra rossoblù, attesa da un testa a testa domenica prossima in quel di Sanremo e del Pisa, squadra che quando è libero da impegni, non disdegna di seguire dalla Curva Nord, settore in cui ha l’abbonamento.

di Maurizio Ficeli

Sulla partita del suo Ponsacco a Sanremo Doveri afferma: “Mancano sette partite al termine, quello di domenica prossima a Sanremo non è uno scontro decisivo, anche se sicuramente importante a livello psicologico. Le pressioni le ha senz’altro di più la Sanremese, in quanto è una squadra che è stata costruita per vincere mentre noi eravamo partiti per salvarci cosa che abbiamo raggiunto già nel girone di andata e quindi a quel punto si è spostato il nostro obiettivo ed abbiamo puntato in alto. Il segreto di questo Ponsacco è che siamo tutti una grande famiglia e domenica i tifosi rossoblu ci seguiranno numerosi in Liguria”.

Il giocatore pisano parla del “suo Pisa”, squadra del cuore: “Ora che gioca di sabato sono venuto a seguirlo, sono abbonato in Curva Nord. Che dire? La squadra è stata costruita per fare bene, certo poteva fare sicuramente meglio, evidentemente gli ultimi risultati negativi possano avere creato qualche contraccolpo. Sul gol subito nel recupero contro l’Alessandria si poteva fare qualcosa di più per evitarlo, ma ormai è andata così ed è inutile recriminare”.

Sulle possibilità di acciuffare ancora il primo posto Gianluca Doveri afferma: “Secondo me il primo posto è ormai lontano, certo se si fosse vinto con la Lucchese si poteva mettere pressione al Livorno andando ad un punto e poi la sconfitta di Grosseto con il Gavorrano è stata la conseguenza della gara persa in casa con la Lucchese”.

By