Gianna Gambaccini e Giovanni Frullano (Lega) hanno incontrato l’associazionismo pisano alla Officine Garibaldi

PISA – Gianna Gambaccini e Giovanni Frullano candidati a consigliere per la Lega alle prossime elezioni regionali del 20 e 21 settembre hanno incontrato presso le Officine Garibaldi nella giornata di martedì 1 settembre le realtà dell’associazionismo pisano in un dibattito che si è tenuto nel giardino esterno della struttura di Via Gioberti a Pisa.

Le associazioni di volontariato sono il cuore del nostro territorio  ho avuto l’onore in qualità di assessore  alle politiche sociali del comune di Pisa e di presidente della Società della Salute della zona pisana, afferma Gianna Gambaccini candidata a consigliera regionale – di collaborare con molte di esse in particolare quelle che operano nell’ambito socio-sanitario ed ho apprezzato l’abnegazione e l’impegno dei volontari che sono sempre in prima linea nello sviluppare progetti in aiuto e a favore dei nostri cittadini. Nel periodo del lock-down inoltre molte associazioni si sono attivate per sostenere i cittadini in difficoltà,  distribuendo farmaci, spese alimentari, mascherine o semplicemente per sostenere moralmente persone isolate durante la terribile epidemia del Covid-19: si è creata una vera e propria rete solidale fra associazioni,  senza ideologie e senza colori politici ed è quello che vorrei realizzare con più ampio respiro a livello regionale, valorizzando questo tessuto sociale di volontariato che deve aver l’unico obiettivo di sostenere chi ha bisogno. Anche il terzo settore molto attivo a Pisa e nella zona pisana per i servizi socio sanitari e socio assistenziali deve essere adeguatamente valorizzato e trasformato in un elemento cardine con cui collaborare e da cui trarre posti di lavoro stabili e non servire come riserva di voti come è stato fatto sinora dalla regione a trazione Pd, che ha trasformato servizi fondamentali in  progetti da rinnovare periodicamente attraverso bandi e manifestazioni di interesse , al fine di  legare il terzo settore alla promessa di lavoro“.

L’incontro con l’associazionismo del terzo settore, tenutosi alle Officine Garibaldi di Pisa, è stato un momento per confrontarsi sul fondamentale ruolo delle associazioni nel nostro ordinamento giuridico e sulla sinergia che dovrebbe crearsi fra gli enti pubblici e le associazioni – afferma Giovanni Frullano candidato a consigliere della Lega – la libertà di associazione è sempre stata determinante nella storia d’Italia ed oggi lo è in modo particolare a fronte di una sedicente “Europa” che vorrebbe tutelare solo gli interessi di banche e banchieri. Lo Stato non dovrebbe mai “scaricare” i propri doveri istituzionali sulle associazioni tanto per levarsi il problema a costo zero ma dovrebbe consentire alle associazioni di svolgere il loro ruolo sociale rimuovendo ogni ostacolo che ne impedisca il percorso. Particolarmente ho gradito le domande dei presidenti delle associazioni presenti che mi hanno consentito di esprimere, ancora una volta, le mie nette convinzioni in materia di tutela della vita in ogni sua forma, nella profonda convinzione che la vita dell’uomo ha inizio con il concepimento del nascituro. Sono rimasto veramente indignato nell’apprendere che la Sanità della Regione Toscana a guida Rossi- Saccardi, in epoca Covid 19, ha frapposto ostacoli nel trasferimento di molti ragazzi dalla Toscana all’Emilia Romagna durante il loro  percorso di disintossicazione dalla droga. Una Regione, che voglia dirsi tale, dovrebbe agevolare in ogni modo la lotta delle associazioni contro il male assoluto dell’uso di sostanze stupefacenti e non certo rallentarla o renderla inattuabile, mentre gli immigrati clandestini vengono trasferiti continuamente in ogni parte d’Italia, perdendone decine e decine per strada che fuggono spargendosi sul territorio senza alcun controllo.

By