Gianvito Misuraca, il nuovo Ceravolo che stravede per Finocchio. Parla di lui l’ex portiere nerazzurro Alessandro Mannini

PISAGianluca Misuraca approda al Pisa dal Parma, società che ne detiene il cartellino. Con l’arrivo di Stanco che sarà la boa d’attacco e’ il giocatore che può dare la velocità che serve sugli esterni e svariare sul tutto il fronte dell’attacco “a tre” di mister Piero Braglia. Classe ’90 è reduce dall’esperienza in Slovenia con il Nova Gorica.

Un altro colpo del Dg Vitale che ha battuto la concorrenza di Frosinone e Pro Vercelli. Misuraca potrebbe essere il nuovo Ceravolo per il Pisa. Quel giocatore in grado di inserirsi negli spazi lasciati liberi dai difensori avversari.

20140723-162846.jpg

GIANVITO MISURACA (foto rosanerosiamonoi.it)

LA SCHEDA. Misuraca e’ nato a Palermo il 2 aprile 1990. Ha fatto tutta la trafila del settore giovanile della Tieffe Parmonval, società dilettantistica di Palermo, dai Pulcini agli Allievi, per poi passare al Palermo, dove dopo un anno di Allievi Nazionali e due di Primavera vince lo scudetto nella stagione 2008-2009. E’ stato il capitano della squadra Primavera ed e’ uno dei giocatori più importanti. La sua prima esperienza a Vicenza dove rimane dal 2009 al gennaio 2012 prima di passare in prestito al Grosseto. A giugno torna a Vicenza ma gioca poco: nove presenze un gol. Lo acquista il Parma che lo gira al Gorica. In Slovenia con il plotoncino ducale trenta presenze e otto gol, con la vittoria della Coppa di Slovenia. Misuraca ha fatto parte della Nazionale Under 20 e della Nazionale Under 21. All’ombra della Torre ritrova Francesco Finocchio, suo compagno di squadra lo scorso anno. Nell’intervista rilasciata al nostro portale venerdì sera Misuraca ci aveva parlato così del suo ex compagno di squadra: “Francesco Finocchio potrà fare la differenza e portare il Pisa a disputare una stagione importante”.

DICONO DI LUI. Chi lo conosce bene non può che essere contento dell’arrivo di Gianvito Misuraca. Alessandro Mannini , ex portiere nerazzurro dell’era Romeo Anconetani lo ha osservato da vicino a Grosseto e dice: “L’ho avuto a Grosseto. Misuraca e’ un giocatore dalle grandi doti tecniche ed ha grandi margini di miglioramento. A Pisa può fare molto bene”.

CI AVEVA DETTO. Nei giorni scorsi abbiamo raggiungo telefonicamente Misuraca in una delle nostre esclusive. La trattativa era ben avviata e ci aveva confermato l’interessamento della società di Piazza della Stazione nei suoi confronti. “Pisa è una bella piazza – aveva detto Misuraca – non lo scopro certo io il valore di Pisa in se per se. Misuraca ci aveva parlato anche della sua esperisnza al Nova Gorica: “Al Nova Gorica è stata un esperienza positiva dove ho giocato con continuità, eravamo una squadra di ragazzi che abbiamo legato molto e la vittoria col Maribor nella finale della Coppa di Slovenia è stata il nostro fiore all’occhiello”.

By