Gianvito Misuraca: “Pisa piazza calda, che vive di calcio. Ho un ricordo positivo”

PISA – Dopo il prezioso pareggio conquistato a Cittadella, i nerazzurri di Mister Luca D’Angelo si stanno preparando alla gara in posticipo di lunedì prossimo alle ore 21 all’Arena Anconetani, dove avranno di fronte un Pordenone che si trova nell’alta classifica e viene da un roboante successo per 3 reti a zero contro il Perugia e nelle cui file giocano diversi ex nerazzurri. Pisanews ha raccolto l’intervista a Gianvito Misuraca, ex di turno, centrocampista palermitano classe 1990, che ha vestito per un anno la casacca nerazzurra nel campionato di serie C 2014/15 collezionando 31 presenze, con 3 reti segnate.

di Maurizio Ficeli

Da quattro anni milita nelle file dei ramarri friulani, con i quali ha conquistato la serie B proprio in tandem con il Pisa.

                

Gianvito Misuraca esordisce parlando dei suoi ricordi all’ombra della Torre Pendente: “Quando penso a Pisa, il mio ricordo è quello di una bellissima piazza, con lo stadio sempre pieno e dove era molto emozionante scendere in campo. Dal punto di vista calcistico le aspettative di tutti erano quelle di vincere il campionato, purtroppo non ci siamo riusciti, ma, malgrado questo, il mio è il ricordo positivo di una piazza vera che vive di calcio”.

Il centrocampista siciliano parla della sua quadriennale esperienza fra le file dei ramarri: “Sono a Pordenone da quattro anni, in una società dove c’è la cultura del lavoro e di fare calcio, con uno staff che ti mette ogni cosa a disposizione per fare bene, infatti stiamo raccogliendo i frutti di questo lavoro. Non mi aspettavo così tanti punti, ma ero convinto di poter far bene, perché so il lavoro e la fatica che facciamo in settimana, dove ci prepariamo sempre al meglio. Inoltre vittorie come quella contro il Perugia devono portare quell’entusiasmo e quella determinazione che deve servire per affrontare sia il prossimo avversario che nel prosieguo del campionato”.

Misuraca conclude l’intervista parlando dell’ambiente e della squadra che troverà a Pisa il Pordenone: “Sicuramente troveremo uno degli ambienti più caldi della serie B, contro un’ottima squadra che fa dell’intensità e della buona qualità la sua arma migliore. Quindi, ripeto, troveremo un ambiente difficile che aiuterà i nostri avversari a spingere, quindi dovremmo essere bravi e determinati ad affrontare nel modo migliore questa sfida contro il Pisa”.

By