Giochi poco sicuri: altro colpo alla filiera del tarocco

PISA – Un altro colpo assestato dalla Polizia Municipale alla filiera del falso e del tarocco: gli agenti di via Battisti hanno sequestrato 2000 giocattoli non a norma per un valore di circa 20mila euro, a cui si aggiungono multe per 4000 euro ai due titolari di due negozi nel quartiere della stazione.

L’indagine è partita dal litorale, dove era stata segnalata la presenza di alcuni di questi giochi: si tratta di aquiloni, peluche, palloni e altri oggetti ‘da spiaggia’. Gli agenti sono risaliti a monte e, con due interventi martedì e mercoledì, sono entrati in azione scovando i responsabili e interrompendo la filiera. Oltre al fatto che gli oggetti erano messi in vendita privi del marchio CE che ne certifica la sicurezza (quindi potenzialmente pericolosi sia per le parti che li compongono che si possono facilmente staccare, sia per i rivestimenti, sia per i colori usati), ai responsabili è stata contestata anche l’assenza dei prezzi, l’assenza degli orari di apertura dell’attività, e la commistione di vendita al dettaglio e all’ingrosso. Il Comandante della Polizia Municipale Michele Stefanelli invita tutti a controllare sempre la presenza del marchio CE: in caso non ci fosse è importante segnalare alla Polizia Municipale ed evitare l’acquisto perché potenzialmente pericoloso per la salute.

Nell’ambito degli stessi servizi per il controllo del rispetto delle regole del commercio, nella zona di Porta Fiorentina sono stati scoperti e multati due negozi di estetisti, a uno multa da 500 euro perché non iscritto all’albo, all’altro multa da 3.334 euro per mancanza di Scia e dei requisiti di abilitazione: entrambi rischiano la chiusura. È stato inoltre preso un provvedimento di daspo urbano per commercio abusivo.

Dall’inizio dell’anno sono stati oltre 250 i sequestri di merce abusiva in tutta la città, con il sequestro di migliaia di oggetti. E sono state chiuse tre fabbriche del falso

By