Giornate europee del patrimonio: Volterra in prima fila

VOLTERRA – Un immenso patrimonio artistico e storico da valorizzare e promuovere facendolo riscoprire a cittadini e turisti  in modo innovativo. Il Comune di Volterra aderisce anche quest’anno alle Giornate Europee del Patrimonio 2013, iniziativa ideata nel 1991 dal Consiglio d’Europa e dalla Commissione europea con l’intento di potenziare e favorire il dialogo e lo scambio in ambito culturale tra i Paesi europei. Grazie alla collaborazione della Cassa di Risparmio di Volterra e della Fondazione Cassa di Risparmio domenica 29 settembre tre sono le iniziative in programma sul territorio. Dalle 16 alle 19 porte aperte al Teatro romano, dove sarà possibile effettuare una visita guidata ai recenti lavori di restauro accompagnati da Elena Sorge, responsabile di zona del Ministero per i Beni e le Attività Culturali; nell’area archeologica della Torricella, invece, verrà eccezionalmente aperto ai visitatori il cantiere di scavo e restauro delle mura etrusche illustrato dall’archeologo Giacomo Baldini; al Museo Etrusco Guarnacci il direttore Fabrizio Burchianti  accompagnerà i visitatori alla scoperta dello scavo che si trova all’interno di Palazzo Desideri Tangassi.  «L’obiettivo è quello di mostrare in un modo nuovo il patrimonio culturale di Volterra – spiega l’assessore alla cultura Lilia Silvi -, svelando ad un vasto pubblico la continua attività di ricerca, tutela e conservazione dei beni archeologici che è in corso sul territorio: un’occasione unica per vedere da vicino il lavoro tecnico e scientifico effettuato sul campo, accompagnati dagli stessi operatori che vi agiscono. A rendere possibile lo svolgimento della giornata è la preziosa collaborazione del Gruppo Archeologico di Volterra che effettuerà servizio di volontariato nelle tre sedi dell’iniziativa». Il ritrovo è previsto al Teatro romano alle 16; le visite, ad ingresso gratuito, dureranno 30 minuti per ogni sito e verranno effettuate a ciclo continuo per tutta la durata della manifestazione. Per Informazioni:  Museo Etrusco Guarnacci 0588 86347.

 

By