Giorni decisivi per le Bancarelle di Piazza dei Miracoli

PISA – Sono giorni decisivi per il futuro definitivo delle bancarelle di Piazza dei Miracoli. Giovedì 25 ottobre alle ore 17.30 in Sala Regia riunione della Prima commissione consiliare, aperta anche alle associazioni di categoria, con all’ordine del giorno “Ricollocazione del mercato in via Duomo”.

In questa occasione l’amministrazione comunale presenterà tre progetti per la sede definitiva di tutti i banchi in un’area che presumibilmente sarà all’interno dell’ex Santa Chiara.

Lunedì intanto si è svolta un’assemblea di tutti gli operatori del Duomo convocata da Confesercenti Toscana Nord alla presenza, tra gli altri, del presidente Anna Roberto Luppichini, del responsabile area pisana di Confesercenti Simone Romoli, del coordinatore sindacale Giulio Garzella, dell’avvocato Stefano Verità e del presidente della commissione di mercato del Duomo Gianmarco Boni.

“La riunione della Prima commissione è un appuntamento per certi versi storico – spiega Gianmarco Boni -, considerato che dal giorno del nostro trasloco forzato è la prima volta che il Comune ci convoca ufficialmente per presentarci un progetto concreto. Va detto che questa amministrazione sta dimostrando una sensibilità diversa verso decine di imprese che in precedenza sono state dimenticate e emarginate”.

La riunione della Prima commissione era stata anticipata dal sindaco Michele Conti in occasione della presidenza di Confesercenti Toscana Nord di venerdì scorso. “L’individuazione di una sede definitiva delle bancarelle che presenteremo nella commissione – aveva detto – è un passaggio fondamentale per chiudere una vicenda che si trascina da anni. Una volta scelta infatti la collocazione finale, sarà possibile affrontare anche il tema del periodo transitorio”. “In questi anni – sottolinea il coordinatore sindacale Giulio Garzella – avevamo sempre chiesto alla precedente amministrazione un confronto. Volevamo essere parte attiva del progetto di ricollocazione e discutere anche di un presente che non può più essere piazza Manin nelle attuali condizioni. Richieste sempre cadute nel vuoto. Anzi, ci hanno presentato un piano del commercio su aree pubbliche in cui tutti i banchi venivano praticamente accatastati in largo Cocco Griffi senza alcun riferimento poi alla sede definitiva. Piano che siamo riusciti a respingere”. Giovedì 25 gli ambulanti vedranno quali sono le idee di questa amministrazione per il futuro delle bancarelle. Si parla di soluzioni nell’area dell’ex Santa Chiara nella zona denominata Umi 1 dove si trova il vecchio pronto soccorso.

La conclusione di Simone Romoli: “Attendiamo con impazienza l’appuntamento di giovedì pronti a dare ancora una volta il nostro contributo attivo per il futuro degli ambulanti. Abbiamo apprezzato, ad esempio, l’impegno del sindaco Conti di aprire anche alle associazioni di categoria la conferenza dei servizi sul Duomo. Una considerazione che, crediamo, gli operatori meritano per questi anni di sofferenza e sacrifici”.

By