Giorno della Memoria. Torna al Teatro Era l’Odin Teatret

PONTEDERA – Torna al Teatro Era di Pontedera l’Odin Teatret di Eugenio Barba.

L’Odin è alla base della storia del Teatro di Pontedera, del Centro per la Sperimentazione e la Ricerca Teatrale. Una storia che fa diventare negli anni ’70 Pontedera una capitale paradossale del Teatro e che nasce da legami e incontri internazionali con eccellenze del Teatro di Ricerca, in primis con l’Odin.

Dal 25 al 28 gennaio l’Odin è in scena con Memoria al Teatro Era di Pontedera per commemorare le vittime dell’Olocausto, in occasione del “Giorno della Memoria”.

Un lavoro, con la drammaturgia e la regia di Eugenio Barba, che ruota attorno alle figure di Primo Levi e Jean Amery che appaiono davanti ai nostri occhi grazie alla voce e ai canti di Else Marie Laukvik, accompagnata dalle note di Frans Winther.

Nel 1972 Roberto Bacci si laurea in Storia del Teatro all’Università di Pisa, con una tesi dal titolo “Teatro e Alchimia”. Argomento da cui prende vita la tesi è lo spettacolo “Min Fars Hus”, diretto da Eugenio Barba con l’Odin Teatret.

Grazie all’Odin Teatret Roberto Bacci entra in contatto con Dario Marconcini e nel 1973 si trasferisce a Pontedera su invito del Piccolo teatro di Pontedera, nel 1974 fonda il Centro per la Sperimentazione e la Ricerca Teatrale.

Agli albori del Teatro di Pontedera, il gruppo di giovani fondatori guarda all’Odin Teatret come prototipo di un modo diverso di intendere il teatro, un teatro dapprincipio necessario a pochi ma pensato in grande. L’Odin Teatret è stata nel 1975, inoltre, la prima compagnia a essere ospitata a Pontedera.

Dal 25 al 28 gennaio torna a Pontedera, al Teatro Era, l’Odin Teatret con Memoria, un lavoro intimo e dedicato a due storie a lieto fine dai campi di sterminio nel cuore dell’Europa.

Il peso e l’obbligo della memoria, il ricordo di una terra a cui tornare e uno straniero che canta sotto un albero e piange.

E’ uno “spettacolo da camera”, con musica e canti, che tratta del peso dei ricordi e della missione di non dimenticare. Memoria è dedicato a due scrittori che si sono suicidati: Primo Levi e Jean Amery.

Le storie di Moshe e Stella provengono dal libro di Yaffa Eliach: Hasidic Tales of the Holocaust. Nello spettacolo viene citato un frammento della poesia di Paul Celan “Fuga di Morte”.

Biglietti. Intero € 12 – Ridotto € 10 – Studenti € 8

Riduzioni. Under 18 e over 60, soci Unicoop Firenze e altre associazioni convenzionate il cui elenco sarà disponibile in biglietteria e sul sito.

ACQUISTO Biglietti. Biglietteria Teatro Era, via Indipendenza, s.n.c. – 56025 Pontedera (PI). Telefono 0587.213988

Orario: dal martedì al sabato dalle ore 16.00 alle 19.30; domenica e lunedì riposo.

Biglietteria online www.teatroera.it

I biglietti sono in vendita anche presso il Circuito Regionale Box Office www.boxofficetoscana.it

Biglietteria serale. È possibile acquistare i biglietti di tutti gli spettacoli della stagione durante le serate di spettacolo presso la biglietteria del teatro.

By