Giovinco manda il Pisa in paradiso. I nerazzurri battono il Lecce (1-0) e conquistano i play-off

PISA, – Giuseppe Giovinco mette la firma più importante della stagione nel modo a lui meno consono, il colpo di testa, da la vittoria al Pisa che vola ai play-off per la contemporanea sconfitta del Grosseto in casa con il Prato.

Il Pisa si presenta a questa importante sfida senza gli squalificati Mannini e Mingazzini e gli infortunati Pellegrini, Caputo e Crescenzi. Assenze pesanti che costringono il tecnico del Pisa a rivedere del tutto la difesa a quattro che vede Goldaniga spostato sulla fascia destra anche con licenza di sovrapporsi con Rozzio e Kosnic centrali del pacchetto arretrato con la conferma di Sabato quarto a sinistra. A centrocampo torna capitan Favasuli che come lo scorso anno cercherà di trascinare i suoi compagni più giovani con Parfait preferito a Cia a destra a Sampietro nel ruolo di mediano in mezzo al campo. Dietro a Giuseppe Giovinco spazio ad Arma e Napoli. In panchina in assenza di difensori va il giovanissimo Jacopo Anichini, classe 96 che ha giocato quest’anno nelle file degli Allievi Nazionali. Il Lecce scende a Pisa nel suo ultimo impegno nella regular season (l’ultima giornata effettuerà il turno di sosta) e deve fare a meno di Abruzzese squalificato, Lopez e Sacilotto infortunati e il portiere Perucchini bloccato a causa di un risentimento muscolare. Il tecnico Lerda recupera Martinez che ha scontato un turno di squalifica. La formazione che schiera il tecnico di Fossano vede come unica punta Fabrizio Miccoli che e’ assistito inizialmente da Doumbia, Bogliacino e Beretta. Conferma per la difesa a quattro. Davanti al portiere Caglioni ci sono Sales, Vinetot il recuperato Martinez e l’arcigno difensore Diniz. A copertura del pacchetto arretrato mister Lerda sceglie un mix di esperienza e gioventù con Amodio e Il promettentissimo scuola Parma Papini.

I nerazzurri affrontano il Lecce con una maglia storica, tutta bianca stile Real Madrid, nel giorno in cui si chiudono le iniziative del 105esimo anniversario del Pisa. Una maglia storica e con una particolarità importante per ricordare la storia ultracentenaria della società di Piazza Della Stazione. Alla fine del match tutte e diciotto le maglie indossate dai giocatori del Pisa verranno messe all’asta dall’associazione “Sport of The Children” che per l’occasione ha disegnato anche una particolare fascia di capitano che e’ stata indossata da capitan Ciccio Favasuli. E anche le fasce (cinque pezzi unici) saranno messe all’asta per beneficenza. Il pubblico risponde presente ad un appuntamento così importante per la corsa play-off. Una sorta di dentro o fuori. Sono 6.000 le presenze sugli spalti in una giornata che dopo il sole dei giorni scorsi ha riservato la pioggia nella nostra città. Poco prima dell’inizio de match lunghe file ai botteghini. Un tornello sembra aver fatto le bizze cosi come i guasti causati dalla pioggia sl Pisa Point. Prima del match deposti da capitan Favasuli sotto la Gradinata i fiori per Giuliano Mannocci, scomparso pochi giorni fa e che seguiva sempre con grande passione il Pisa.

Dopo tanta attesa si parte. I nerazzurri fanno la partita. Dopo neanche un giro di orologio ci prova Sabato dal limite, la palla termina sul fondo. E’ un Pisa volitivo, il Sig. Ripa inverte alcuni falli facendo arrabbiare da subito il pubblico dell’Arena. Al 5′ triangolo Napoli – Giovinco – Napoli con il sinistro dell’attaccante ex Prato respinto da Caglioni. Il Lecce e’ in difficolta, il Pisa conquista due angoli, sul secondo Napoli di testa da due passi manda alto sopra la traversa. Ma il gol e’ nell’aria e arriva All’11’ Cross da sinistra di Favasuli, al centro dell’area svetta il più piccolo di tutti, Giuseppe Giovinco, che di testa mette alle spalle di Caglioni: 1-0. Esplode l’Arena che pochi minuti prima aveva salutato Alessandra Palla morta una settimana fa in un incidente stradale sul Viale D’Annunzio. Il Lecce risponde subito al gol nerazzurro con un colpo di testa di Amodio (15′) respinto da Provedel. L’arbitro continua ad imperversare. Parfait finisce sulla lista dei cattivi. La gara non offre molti spunti. ll Pisa è ben messo in campo e contiene molto bene un Lecce che conquista molti corner, ma non concretizza la supremazia sterile nel possesso palla. Il Pisa rischia veramente grosso (43′) quando Doumbia scappa via in contropiede, Sabato lo anticipa ma favorisce Miccoli che si presenta solo davanti a Provedel che è molto bravo a farlo allargare con il Lecce che conquista solo un angolo. Si va al riposo sull’1-0 per i nerazzurri.

Il Lecce in avvio di ripresa lascia negli spogliatoi Bogliacino. Mister Lerda inserisce Bellazzini per dare un po’ di brio in più all’attacco salentino. Al 5′ proprio il nuovo entrato Bellazzini serve dalla destra un bel pallone a Miccoli che da pochi passi alza incredibilmente sopra la traversa. Sospiro di sollievo in casa nerazzurra e vantaggio che rimane intatto anche dopo questo pericolo. Il Pisa tiene bene il campo. All’11’ secondo cambio nella formazione salentina. Ed è proprio Miccoli a lasciare il posto a Zigoni per un Lecce che adesso è veramente a trazione anteriore con Berretta e Zigoni in attacco e Doumbia a sinistra e il pisano Bellazzini a destra. La formazione giallorossa produce il suo massimo sforzo ma non riesce ad impensierire un Pisa ben messo in campo, che non crea particolari pericoli ma si difende con ordine. Poco dopo la mezz’ora un tartassato Giovinco viene sostituito da Bollino. Applausi. Poco prima il Sig. Ripa (arbitraggio insufficiente) allontana dalla panchina il Dott. Burchi suscitando le proteste dell’Arena verso un arbitro che quest’oggi non ha convinto. Ma l’Arena in questo pomeriggio è davvero il dodicesimo uomo in campo. Il Lecce si ritrova a giocarsi la stagione in una corrida che spinge i ragazzi di Menichini verso il successo. Al 42′ per i nerazzurri dentro Martella fuori un applauditissimo Napoli, mentre pochi istanti dopo Forte rileva Rachid Arma. Come già spesse volte è capitato in questa stagione, si assiste ad un largo recupero, (sei minuti) questa volta però senza brutte sorprese. il Pisa conquista tre punti e tanta tanta fiducia in vista del finale di stagione.

20140427-170245.jpg

You may also like

By