Giugno Pisano alle porte. Le novità per valorizzarlo

PISA – ​E’ un Giugno Pisano da valorizzare sempre più, attraverso l’incremento ed il miglioramento degli eventi che lo contraddistinguono, quello che è stato presentato a Palazzo Gambacorti alla presenza del Sindaco Marco Filippeschi e degli Assessori Andrea Ferrante e Federico Eligi.

di Giovanni Manenti

image

Ed è appunto in tale ottica che si espresso il Primo Cittadino, rimarcando come siano oltre 200 gli eventi in calendario, non limitando pertanto la manifestazione – che quest’anno avrà anche un breve sconfinamento nel mese di luglio – alla tradizionale Luminaria ed allo storico “Gioco del Ponte”, le quali, viceversa, dovranno avere un effetto trainante per ottenere il più possibile un coinvolgimento a livello globale che valorizzi il patrimonio artistico e culturale che la città può offrire a turisti e residenti. Al riguardo, Filippeschi ha evidenziato come, rispetto a qualche anno fa, la manifestazione risulti in forte crescita, grazie anche ai mezzi di propaganda multimediali che consentono di pubblicizzare gli eventi in un più largo raggio d’azione, pur essendovi ancora margini di miglioramento, ed, a tal fine, non ha mancato di ringraziare, oltre a coloro che collaborano attivamente per la riuscita dell’evento, anche le Associazioni di Categoria – segnatamente Confesercenti e Confcommercio – per il contributo offerto.

Nello specifico, Confcommercio andrà a riproporre l’apprezzata “Fashion & Food Night” in seno alla quale, con i negozi aperti sino alle 23,30, sarà possibile assistere al loro interno a piccoli eventi e spettacoli nonché degustare prodotti tipici del nostro territorio, nel mentre Confesercenti ha puntato sull’arte culinaria e presenta un’ulteriore edizione del “Gioco del Ponte a Tavola” in cui quattordici (sette di Mezzogiorno ed altrettanti di Tramontana) tra Ristoranti e Trattorie si sfideranno in un piatto unico della nostra realtà cittadina come la trippa, con la sfida decisiva fissata al 25 giugno tra i due migliori (uno per fazione) scelti da un’apposita Giuria.

E’ un programma, pertanto, variegato che coniuga cultura, turismo e spettacolo quello che Pisa intende offrire, degno di una grande città, come sottolinea l’Assessore alla Cultura Andrea Ferrante, che al riguardo ha tenuto a sottolineare lo sforzo profuso per la pubblicizzazione dei vari eventi attraverso la distribuzione di oltre 15.000 opuscoli di facile consultazione con il programma completo della manifestazione, auspicando che ciò possa contribuire al rafforzamento della sinergia tra la parte storica e culturale cittadina ed il mondo del commercio.

Ma la prima fase del Giugno Pisano avrà una location diversa, rileva l’Assessore Federico Eligi, riferendosi ovviamente alla tradizionale “Regata Storica delle Antiche Repubbliche Marinare”, giunta alla 60.ma edizione e che quest’anno si svolgerà domani, domenica 7 giugno a Venezia ed alla quale la nostra città parteciperà con importanti novità. Saranno infatti rinnovati sia l’equipaggio – composto da elementi giovani e per il 70% da vogatori pisani – avendo inteso con ciò aprire un nuovo ciclo che possa rinverdire i successi ottenuti negli anni precedenti, che il corteo storico, per il quale è in corso un percorso di progressivo rinnovamento, ad iniziare dalla ragazza che raffigurerà Kinzica de’ Sismondi. Sotto il profilo strettamente sportivo, sarà apportata un’importante variante rappresentata dall’assegnazione delle corsie – fattore molto condizionante specie per le regate in mare – che non verranno più sorteggiate come in precedenza, bensì scelte dagli armi sulla base dell’esito della “Gara dei Gozzi” che si svolgerà il sabato all’Arsenale di Venezia, con ovvia precedenza in base all’ordine di arrivo.

Non resta, dunque, che apprestarci a vivere direttamente la manifestazione con la consueta passione che contraddistingue la nostra città per far sì che il nome di Pisa venga sempre più degnamente rappresentato anche fuori dai confini strettamente locali per ciò che di interessante può offrire a coloro che vogliano farvi visita.

You may also like

By