Giunta approva atto di indirizzo per superare i CTP

PISA – La Giunta Comunale ha approvato nell’ultima riunione un Atto di indirizzo volto al superamento dei Consigli Territoriali di Partecipazione (CTP), prevedendo la loro sostituzione con altri organismi di partecipazione. Il documento dovrà ora essere sottoposto alla discussione del Consiglio Comunale.

La Giunta infatti intende proporre la modifica allo Statuto comunale, con l’abrogazione del capo II del titolo II e il relativo regolamento, riservandosi di individuare nuovi organismi di partecipazione che coinvolgano comitati di quartiere e associazioni e cittadini desiderosi di partecipare.

Attualmente lo Statuto del Comune di Pisa prevede la ripartizione in sei CTP, cui sono state affidate attività di partecipazione e consultazione popolare. Ciascun CTP è composto da venti consiglieri su nomina del Consiglio Comunale.

«Come Giunta abbiamo deciso di sottoporre al più ampio dibattito possibile il tema della partecipazione alla vita pubblica del Comune – spiega la vicesindaco Raffaella Bonsangue -. Dopo la soppressione delle Circoscrizioni, infatti, vennero costituiti questi Consigli territoriali che a nostro avviso non rispondono alle reali esigenze di comunicazione tra Pubblica Amministrazione e cittadini, tra centro e periferia, e che non hanno svolto in questi anni attività all’altezza dei bisogni di partecipazione. Abbiamo pertanto deciso di superare questa impostazione e aprire un confronto che garantisca una reale partecipazione attraverso un maggiore coinvolgimento ad esempio dei comitati di quartiere e delle associazioni dei cittadini»

Nello stesso atto di indirizzo, la Giunta tiene anche a sottolineare che, al contrario, le sedi di decentramento amministrativo saranno mantenute, e in futuro disciplinate, per i servizi demografici e l’Ufficio Relazioni con il Pubblico (URP) e in tale regolamentazione sarà definita la dislocazione territoriale e la consistenza del personale e delle funzioni.

By