Giuseppe Corrado: “C’è una tensione eccessiva quando giochiamo in casa. Contro il Cesena non ci saranno Landre e Masucci”

PISA – A margine della conferenza stampa di presentazione degli eventi per il 108esimo compleanno del Pisa 1909 il presidente Giuseppe Corrado ha cercato di sollevare un po’ l’umore della piazza in vista del rush finale per la lotta salvezza e delle decisive sfide interne con Cesena e Avellino.

di Giovanni Manenti

Il numero uno nerazzurro esordisce: “Voglio precisare che non siamo al capezzale di un morto, abbiamo molta fiducia nel gruppo, ci sentiamo sempre ed io sono molto vicino alla squadra. Ho paura che il gruppo viva troppo la pressione dell’ambiente, vedo una tensione eccessiva prima delle gare, che non favorisce il risultato, io dico ai giocatori di stare sereni e di andare in campo per divertirsi, che così i risultati arriveranno. Ritengo che incida soprattutto nelle gare in casa, perché quando giochiamo in trasferta siamo più liberi mentalmente, mentre l’ansia di vincere le gare che sono alla nostra portata porta ad una sorta di blocco psicologico“.

Corrado precisa: “Il ritiro di Montecatini era stato stabilito prima della trasferta di Verona in relazione al doppio impegno con Salernitana e Perugia ed indubbiamente potrà essere utile per cementare l’unità del gruppo in vista dei due decisivi incontri con Cesena ed Avellino“.

Il patron nerazzurro sulla questione infortunati: “Per la questione infortunati, Landre e Masucci non sono recuperabili, Golubovic potrebbe essere a disposizione, così come Varela il cui leggero gonfiore al ginocchio è considerato normale da chi lo ha visitato, anche Mannini giocherà con qualche problemino, ma oramai se li porta dietro da tempo e non crea problemi di utilizzo“.

By