Gli artisti pisani scomparsi in mostra per mantenerne viva la memoria

PISA – Fino al 30 Luglio è visitabile la prima di due Mostre Antologiche
dedicate agli Artisti Pisani Scomparsi, intitolata “Artisti Pisani di
Ieri: testimonianze artistiche di una Città di provincia“, allestita
nella “Universe Virtual Art Gallery“, la prima Galleria d’Arte Virtuale
dedicata esclusivamente alle mostre personali e collettive, per una
visibilità internazionale e senza limiti di visitatori e di orari.

Tanti ex colleghi artisti che ho conosciuto dagli anni ’60 ad oggi e
dei quali conservo un particolare ricordo. Alcuni di loro hanno avuto
un riconoscimento internazionale, come Gianni Bertini, inserito anche
nei testi di libri scolastici di Storia dell’Arte, che dovette lasciare
Pisa ed emigrare per essere riconosciuto ed apprezzato. Altri che hanno
avuto, seppur per poco tempo, un riconoscimento ed una visibilità
nazionale (ed in piccola parte anche internazionale) come Alessandro
Volpi (che sarà presente nella prossima mostra antologica, sempre su
“Universe Virtual Art Gallery”). Altri ancora che hanno avuto delle
buone opportunità espositive, anche con relativi successi, su piano
nazionale e/o regionale, ed altri che hanno vissuto la loro attività
ricevendo un buon riscontro di pubblico e di critica a livello più
zonale, per poi arrivare anche a chi ha vissuto la propria attività
artistica un po’ più nell’ombra, per carattere schivo o per altre
ragioni. Dal 1968, quando quattordicenne studente del Liceo Artistico
di Lucca, iniziavo anche la mia attività professionale artistica
partecipando a concorsi, rassegne collettive nazionali, ed allestendo
le mie prime esposizioni personali, ebbi l’opportunità di conoscere la
quasi totalità di questi artisti, vivendo al loro fianco le loro
particolarità caratteriali, i loro sogni infranti, i loro successi, i
loro pensieri, gli ideali, ed intrattenendo con loro anche accese
discussioni politiche ed artistiche. Di loro potrei scrivere infiniti
buffi aneddoti, vizi privati, ma anche grandi virtù umane e
professionali, che ancora oggi rappresentano un caldo e prezioso
bagaglio di ricordi ed esperienze vissute. Molti anni fà creai il sito
Artisti Pisani Scomparsi (https://artistipisaniscomparsi.jimdo.com per
mantenerne viva la memoria , seppur in modo estremamente sintetico
(nome. cognome, quando possibile data e luogo di nascita e di morte, e
sempre quando possibile, foto personale e foto di una o più opere). Un
atto di rispetto e di appassionata memoria che oggi si concretizza
anche in queste mostre allestite nella “Universe Virtual Art Gallery”,
una galleria d’Arte Virtuale che ho creato affinchè possa essere
visitata da tutto il mondo 24 ore su 24, abbattendo di fatto ostacoli
di visita e di lontananza geografica. Certo, è facile poter
contrapporre il fatto che “dal vivo le opere sono un’altra cosa”, ma da
decenni gli spazi espositivi pubblici e privati sono quasi totalmente
ed indiscriminatamente a pagamento e le tante fatiche organizzative ed
espositive non sono più corroborate da un’accettabile presenza di
pubblico, sempre più distratto da altri interessi, pigro e
disinteressato ai fatti d’arte e cultura. Per quelli con i “fili
d’argento” nei capelli e nelle barbe come me potrà essere un affettuoso
ritorno al passato remoto e prossimo della Pisa Artistica e per
moltissimi giovani una preziosa occasione di conoscere il passato di
questa Città toscana che non ha mai smesso di pulsare culturalmente, e
che in questo caso ha saputo offrire un panorama artistico
differenziato ed originale, che a diversità di altre città toscane
spesso più considerate sul piano artistico, non si è mai appiattito in
scuole di corrente dal sapore provinciale. Ogni artista ha sempre
manifestato una preziosa propria identità, chiaramente ai vari e tanti
livelli di qualità, ma con una personalità davvero significativa e
meritevole della migliore considerazione. Buona visita della mostra: http://universevirtualartgallery.webs.com

By