Gli italiani residenti all’estero possono votare in Italia nel Comune alle cui liste sono iscritti: le domande scadono l’8 gennaio

PISA – Gli elettori iscritti all’A.I.R.E (anagrafe degli italiani residenti all’estero), che votano per corrispondenza nella circoscrizione estero cui appartengono, possono avvalersi della facoltà di votare in Italia nel Comune alle cui liste elettorali risultano iscritti.

Tale diritto deve essere esercitato entro il decimo giorno successivo all’indizione delle elezioni, quindi hanno tempo fino all’8 gennaio. L’opzione dovrà pervenire all’ufficio consolare operante nella circoscrizione di residenza dell’elettore mediante consegna a mano o per invio postale o telematico unitamente a copia fotostatica non autenticata di un documento d’identità del sottoscrittore entro il termine suddetto. In caso di invio postale, l’elettore ha l’onere di accertarne la ricezione da parte dell’ufficio consolare entro il termine prescritto. L’opzione può essere revocata con le medesime modalità ed entro gli stessi termini previsti per il suo esercizio. Eventuali opzioni effettuate in occasioni di precedenti elezioni non hanno più effetto. Si allega il modulo per l’opzione, modulo reperibile anche in via informatica sul sito del Ministero (www.esteri.it) o su quello del proprio Ufficio consolare.

By