Gli Rls del Comune: “Sospendere il trasferimento della Polizia Municipale a Marina di Pisa”

PISA – Gli Rls del Comune chiedono con questa lettera di sospendere il trasferimento della Polizia Municipale a Marina di Pisa. In data 28 Aprile, è stato effettuato il sopralluogo degli Rls e della Rspp dott.ssa Mariani per verificare la idoneità dei locali adibiti a distaccamento della Polizia Municipale sul litorale.

I locali, posti sul lungomare, sono stati utilizzati nel recente passato per un numero di agenti irrisorio, una sorta di punto di appoggio da utilizzare soprattutto nella stagione estiva quando la popolazione di Marina cresce a dismisura per la presenza dei bagnanti. Ad oggi le sette unità assegnate al distaccamento del litorale sono letteralmente stipate in locali angusti e non idonei senza alcuna separazione tra maschi e femmine con un unico spogliatoio e una sola doccia. Il personale Pm di sesso femminile per accedere alla doccia deve obbligatoriamente passare dallo spogliatoio maschile.

polizia municipale

I locali nonostante l’uso per cui sono stati predisposti, non hanno ricevuto alcuna ristrutturazione per consentirne un uso diverso e per più personale, oggi come in passato sono presenti macchie di umidità e da rivedere è anche l’impiantistica. Nella parte esterna i cornicioni cadono tanto che i pompieri, solo poche settimane fa, sono intervenuti transennando il palazzo (limitrofo alla sede della Pubblica assistenza). Ad oggi la impalcatura è stata tolta e vorremmo capire se ciò è avvenuto a seguito di interventi o per una decisione assunta da terzi senza alcuna autorizzazione.

Tenete conto che i locali dovranno ospitare nei mesi più caldi fino a 18 unità della Pm, un numero assolutamente spropositato rispetto alle dimensioni. La sede della Pm avrebbe dovuto essere collocata presso la nuova sede della circoscrizione che a distanza di un anno dalla sua inaugurazione risulta già fatiscente (si chiede di sapere per quale ragione non sia stata realizzata la sede nei locali dell’attuale circoscrizione e la ragione dello stato di abbandono in cui versano i locali stessi). In attesa di risposte esaustive e risolutive, si chiede l’immediata sospensione del provvedimento di trasferimento del personale Pm a Marina e il ritorno dello stesso nella sede del centrale vista la inidoneità dei locali e l’assenza di elementari norme a tutela della salute e sicurezza delle lavoratrici e dei lavoratori.

Fonte: Ufficio Stampa

By