Gli studenti di “Sinistra Per…” sull’occupazione in Fossabanda

PISA – L’organizzazione studentesca Sinistra Per… di Pisa ha occupato oggi l’ex hotel Santa Croce in Fossabanda, di proprietà del Comune, ”per segnalare lo stato di chiusura in cui versa, ma anche per riaprire la partita sulla sua futura destinazione d’uso e impedire che venga svenduto a magnati russi ma sia trasformato in mensa e residenza universitaria per sopperire alla carenza di posti alloggio che a Pisa vede più di 1500 aventi diritto senza alloggio”.

L’immobile, secondo gli studenti, ”rappresenta una risposta concreta e immediata a questa necessità in quanto potrebbe offrire in pochissimo tempo, viste le buone condizioni strutturali: circa 150 posti letto e una mensa universitaria, in una zona, come quella delle Piagge, frequentata da circa 5 mila studenti ogni giorno e dove la mancanza di una mensa universitaria adeguata è molto sentita”. Secondo Sinistra Per, invece, il Comune all’interno della Conferenza Università-Territorio del 21 ottobre scorso ”ha chiuso bruscamente su questa proposta, dimostrandosi più attenta alla valorizzazione immobiliare del patrimonio pubblico che ai bisogni sociali che si esprimono sul territorio”.

”Parallelamente – conclude l’organizzazione studentesca – ha del vergognoso l’apertura a Scuola Normale e Scuola Sant’Anna per l’utilizzo di Santa Croce in Fossabanda come foresteria per visiting professors, mentre l’ateneo sta per aprire con una spesa di 9 milioni di euro una foresteria che potrebbe rispondere anche alle esigenze degli altri due atenei.

Occuperemo l’ex albergo fin quando non otterremo un reale tavolo di trattativa e un’apertura al confronto da parte del Comune di Pisa con l’azienda regionale per il Diritto allo studio”.

20131111-203727.jpg

20131111-203737.jpg

You may also like

By