Un pisano a Palazzo Chigi: il presidente Napolitano da l’incarico di Governo ad Enrico Letta

ROMA – Il Presidente della Repubblica Giorgio Napolitano, ha affidato al pisano Enrico Letta il compito di formare il nuovo Governo. Incarico arduo che però sembra partire col piede giusto visto l’ampio consenso registrato. Tuttavia i distinguo non mancano. Il Pdl chiede un esecutivo forte, mentre il Pd dovrà cercare di superare le spaccature interne. Ci sarà l’appoggio di Scelta Civica ma non di Sel e del Movimento Cinque Stelle. Da valutare la Lega che aveva detto no ad Amato e Monti. Enrico Letta è nato a Pisa nel 1966 e fin da giovane ha svolto incarichi importanti nel mondo politico. Nei primi anni 90 è stato  presidente dei giovani democristiani europei e dal 1997 vicesegretario nazionale del Partito Popolare Italiano. E’ stato ministro nei governi D’Alema ed Amato quale  Ministro delle Politiche comunitarie  e Ministro dell’Industria.  Nel 2006, venne nominato Segretario del Consiglio dei ministri del Governo Prodi. È inoltre membro del comitato europeo della Commissione Trilaterale, un gruppo di interesse di orientamento neoliberista fondato nel 1973 da David Rockefeller. Alle primarie del 2009 sostiene la mozione vincente di Pier Luigi Bersani ed il 7 novembre 2009 viene eletto vicesegretario nazionale del Pd. Recentemente il 20 aprile, dopo le dimissioni del segretario Bersani per l’esito fallimentare delle candidature a Presidente della Repubblica di Franco Marini e Romano Prodi, ha rassegnato  le proprie dimissioni da incarichi nel partito.

You may also like

By