Gran tifo sugli spalti del Mannucci: “Crediamoci”

PONTEDERA – Tanti i sostenitori di fede nerazzurra presenti domenica pomeriggio alla trasferta sul “campo neutro” del Mannucci nel derby con il Prato e non poteva essere altrimenti visto il calore e l’attaccamento di cui i pisani vanno fieri verso i colori della propria squadra cittadina.

di Maurizio Ficeli 

Sicuramente il cassiere della società laniera si sarà fregato senz’altro le mani, oltre 2100 gli spettatori per un incasso che supera di gran lunga le 20.000 euro. che hanno creato un ambiente assolutamente casalingo per il Pisa.

Pochi invece i tifosi del Prato, malgrado la loro squadra giocasse virtualmente in casa, collocati a lato della tribuna coperta, piena di tifosi nerazzurri, così come in gradinata, dove si potevano notare gli striscioni del Club Autonomo Nerazzurro, del Club Nerazzurro di Ponsacco, del gruppo di “” Pontedera Nerazzurra”, e poi “Gradinata 1909”, Pisani in Versilia, Capanne, San Romano, e quelli dei gruppo ultras non tesserati, essendo la trasferta aperta a tutti come Kapovolti, Sconvolts, Diffidati presenti, con in mezzo lo striscione del “Maurizio Ovunque”*dove è stato ricordato Maurizio Alberti nell’anniversario della sua scomparsa con un altro striscione all’ingresso delle squadre in campo che recitava:”MAU SEMPRE E PER SEMPRE DALLA STESSA PARTE MI TROVERAI “.

Bella la coreografia, con bandiere di diverse dimensioni, inframezzate da torce e fumogeni, con cori continui già prima dell’inizio della gara e con un boato da parte di tutto lo stadio, quando è arrivata la notizia della vittoria del Pontedera all’Armando Picchi di Livorno.

Ma nei primi minuti della gara è un pisano doc, Tommaso Fantacci a dare un dispiacere ai propri concittadini portando in vantaggio al 3′ il Prato, senza esultare però, ricordando quando da tifoso veniva all’Arena a tifare Pisa. Ma la Nord pisana non molla ed incita ancora di più i suoi,cantando ancora più convintamente “NON TI ARRENDERE MAI, LOTTA E VINCI PER NOI, SIAMO TUTTI CON TE, FORZA PISA OLE’ questo è il refrain continuo ed al 7′ vi è gol del pareggio, messo a segno da Maikol Negro su assist del pisanissimo Samuele Birindelli, rete che manda in visibilio il “Mannucci”. Seguono i classici incitamenti “CANTO PERCHÈ, TU SEI L’AMORE PIÙ GRANDE CHE C’È, COMBATTERO’ E LOTTERO’ E COME SEMPRE AL TUO FIANCO SARO’…OHOHOHOHOHOHOH!” seguito da un “FORZA PISA FACCI UN Gol”

Commovente lo striscione dedicato all’ex mister nerazzurro del Pisa di Romeo Anconetani, Bruno Pace, scomparso pochi giorni fa :”VICINI ALLA FAMIGLIA DI MISTER PACE”. Ma, allo scadere dei primi 45′, il Pisa si ritrova di nuovo in svantaggio grazie ad un gol di Ceccarelli che spiazza Voltolini dopo una beffarda deviazione della barriera. Ma il tifo nerazzurro non vacilla assolutamente, così come la propria squadra ed a 5′ dal termine ci pensa Gucher con una gran botta ad acciuffare il pareggio e a far esplodere di entusiasmo la “Santa Barbara Nerazzurra”.

Ci sono 5′ di recupero e i ragazzi di Mister Pazienza, spinti da un tifo nerazzurro ancora più infuocato, tentano il colpaccio ma, tutto sommato, per come si era messa la gara va bene così, ora i punti dalla vetta sono sette.

Crediamoci ragazzi, tutti ad Arzachena per i 3 punti. FORZA PISA LOTTA DA Ultras!!!

By