Grande successo per il concorso “Dani Ceramica” al Big Fish

MARINA DI PISA – Anche quest’anno grande e sentita partecipazione al Concorso Dani Ceramica, che si è tenuto domenica 22 Agosto allo stabilimento balneare Big Fish di Marina di Pisa.

Il concorso, a cura del Laboratorio di Ceramica e Psiche guidato da Enrico Messana, è dedicato a Daniela Colognori, compianta e amata ceramista cascinese.

La guria, costituita da Diana Gallo, presidente de L’Alba Associazione – Gabriele Giorgi ceramista – Paolo Grigò, scultore,  Riu Antonella – arteterapeuta e educatrice hanno proclamato i seguenti vincitori, tenendo conto anche della giuria popolare costituita dai soci e bagnanti dello stabilimento balneare.

Primo premio. Roberta Felloni. Per la fantasia creativa con materiali riciclati insieme alla cottura raku, che prevale su tutti gli altri materiali. Ironia e inquietudine in un connubio di sensi che richiama la fragilità dell’essere.

Secondo premio. Pina Friselli. Suggestiva immagine dove l’opera nella sua semplicità riesce ad esprimere un concetto profondo: quando ci fasciamo la testa non vediamo più niente.

Terzo posto. Cristiani Cerchiai. Equilibrio, tecnica e ironia in un’opera che mostra una ricerca dell’artista di uno stile personale in cui l’immaginazione trova la sua forma. Il clown come sintesi di due opposti che si uniscono.

Menzioni speciali a:
Michele Rizzo. La compostezza della forma nel suo slancio verso l’alto come il profumo caleidoscopico di un arcobaleno: grande vitalità e forza, la festa dei colori.

Veronica Zabatta. Una stella di speranza in un mare che si fa pieno di storie di vita, di esperienze, di sensazioni e trasformazioni. Un fresco vaso ricco di acqua guaritrice che ridona la vita.

Francesca Leporini. Una Dea madre che offre l’acqua per la vita. La delicatezza dell’opera nella sua grazia e minutezza sostiene il gesto più importante del mondo: il dono.

Pietro Tomassi. Il viaggio della vita è nelle nostre mani: protezione difesa e sostegno, tutto alla giusta distanza. Così possiamo viaggiare sicuri verso nuovi orizzonti.

By