Grande successo per la Regata di DolceVela

MARINA DI PISA – Domenica 5 luglio alle 11.30 si è svolta a Marina di Pisa la Manifestazione velica del diporto “Vela -Golf” e “Memorial M. Naldini – ANMI”, organizzata da Lega Navale Pisa e Yacht Club Montecatini, regata di 12 miglia con partenza e arrivo davanti a piazza delle Baleari.

image

Alla manifestazione ha partecipato un equipaggio formato da cinque ragazzi diabetici di tipo 1: Andrea, Arnaldo, Matteo, Michela e Selene. Dell’iniziativa l’AGD (Associazione Giovani Diabetici) Pisa si è fatta promotrice assieme a Patrizia Bianchi, velista diabetica, che con Furio Viapiano dell’Aclub di Livorno, hanno creato l’equipaggio “Dolcevela”; presente a bordo il diabetologo di Cisanello Fabrizio Campi.

Si è trattato di un progetto pilota, in vista dell’organizzazione di un campo scuola per ragazzi diabetici, che comprenda anche la scuola vela, e di altre iniziative similari. L’equipaggio “Dolcevela”, digiuno di nodi e di barche, si è allenato per tre sabati a Livorno, imparando a riconoscere da dove viene il vento, a cazzare o lascare fiocco e randa, a fare qualche nodo essenziale, insomma a mollare gli ormeggi e timonare sicurio verso l’obiettivo, come una vera squadra, affrontando le paure, gestendo le glicemie, prendendo le decisioni giuste.

Domenica l’equipaggio Dolcevela, alla sua prima regata e con poca esperienza, è arrivato settimo su trentaquattro equipaggi. Nel pomeriggio al “FuoriOnda” c’è stato un briefing in cui i protagonisti hanno raccontato la loro esperienza.

Non vicinissimi al podio, ma con la consapevolezza e la gioia di aver ottenuto una grande vittoria: il diabete non è un ostacolo, nella pratica sportiva e nella vita di tutti i giorni.

I ringraziamenti vanno a: l’associazione Sport for Children per aver sponsorizzato l’evento; il Presidente di Lega Navale Pisa, Enzo Meucci, per averci invitati a partecipare alla regata; il dottor Simone Tempesti del Porto di Pisa, per averci ospitato; gli ormeggiatori del Porto di Pisa; il FuoriOnda che ci ha ospitati per il briefing post-regata; l’Azienda Ospedaliero-Universitaria Pisana e l’Associazione Diabetici della Valdera per la concessione del loro patrocinio; tutti coloro che ci hanno sostenuto e incoraggiato e ultima, ma non ultima per importanza, Arc en ciel, la barca con la quale abbiamo regattato!

By